20 febbraio 2019
ore 18:24

Roma, i gestori scendono in piazza a Montecitorio. Distante (Sapar): “Serve più rispetto per noi lavoratori”

Roma, i gestori scendono in piazza a Montecitorio. Distante (Sapar): “Serve più rispetto per noi lavoratori”
Roma - Di Maio, Di Maio vieni a parlare! Di Maio Di Maio vieni a parlare! Uniti in un unico coro i gestori della filiera degli apparecchi da intrattenimento hanno invitato il Ministro del Lavoro a scendere dalle stanze di Montecitorio per ascoltare le loro ragioni. Le ragioni di imprenditori che rappresentano 300mila famiglie che rischiano di perdere il lavoro e che per questo hanno deciso oggi di protestare di fronte ai palazzi della politica. “La nostra è una manifestazione pacifica per ribadire che siamo i gestori degli apparecchi da intrattenimento. Noi esistiamo! Siamo - per chi ancora non l’ha capito - quelle piccole e medie imprese che stanno sul territorio regionale, che sono una figura fondamentale per la gestione del gioco sul territorio. Non riuscirete a mandarci via, state sbagliando se pensate che noi non siamo nulla. Senza di noi non andate da nessuna parte”. Queste parole del Presidente della Sapar Domenico Distante durante la manifestazione che si sta tenendo in Piazza ... Continua a leggere >

Primo piano

“Legittimo chiedere tutele per gestori, ma errore politico parlare di tutela invece che di riordino, ed errore continuare a limitarsi a rivendicazioni di componente. Così si fa il gioco di chi vuole il fronte diviso! Serve azione unitaria del settore”.

 

Lo ha affermato il presidente di Sistema Gioco Italia,

«Non si parli d’infiltrazione: un fenomeno che ha quarant’anni di vita si chiama radicamento, non infiltrazione». Si parla di mafie, di clan tradizionali ed emergenti che nel distretto giudiziario di Brescia – e dunque anche nella Bergamasca – hanno appunto messo radici solide.

Il monito arriva da Pier Luigi Maria

In evidenza

Il Comune di Palermo emetterà una ordinanza sperimentale, in attesa delle necessarie modifiche ai regolamenti commerciali e urbanistici, volta a limitare la diffusione degli strumenti elettronici legati al gioco d’azzardo nei locali pubblici.

 

Lo annuncia il Sindaco, in concomitanza oggi con il seminario sul gioco d’azzardo in Sicilia organizzato

Continua a leggere >

Si va da un minimo di 14,4 miliardi a un massimo di oltre 21,6 miliardi di euro. Che in termini di minor gettito oscillerebbe tra il miliardo e mezzo e 2,3 miliardi di euro persi dall’Erario. È questa la riduzione della raccolta e delle entrate da gioco stimata per difetto

Continua a leggere >

Il Ministero dell’Interno e il Mef devono intervenire sulla situazione in cui si trova il Comune di Campione d’Italia.

Ad affermarlo è la senatrice Laura Garavini del Pd in una interrogazione parlamentare presentata ieri al Senato.

“La dichiarazione di fallimento della casa da gioco, il dissesto finanziario del Comune e

Continua a leggere >

Le interviste

Mercato

Da sempre la tecnologia è alla base dei videogiochi. Anche ...

Da quando, qualche decennio fa, abbiamo detto addio ai casinò ...

Veikkaus, monopolista dei giochi finlandese, ha reso noti i risultati ...

Ai Global Gaming Awards di Londra, Novomatic ha ricevuto per ...

Cronaca Giudiziaria

“Ha ragione l’Assessore regionale Pentenero: non ci sono state ondate ...

Il Cancelliere della Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha notificato ...

Dalle Associazioni

“Ha ragione l’Assessore regionale Pentenero: non ci sono state ondate ...

“Propongo ai concessionari di fare un contratto di filiera nazionale. ...

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN