18 Aprile 2024 - 22:23

Stefano Tino (Betsson Group) a PressGiochi: “Investiamo sullo sport per dare visibilità anche ai club minori”

“Per chi opera nel settore del gioco é importante utilizzare le nostre possibilità come azienda per lanciare messaggi di questo tipo e sostenere sport minori che spesso sono un po’

18 Marzo 2024

Print Friendly, PDF & Email

“Per chi opera nel settore del gioco é importante utilizzare le nostre possibilità come azienda per lanciare messaggi di questo tipo e sostenere sport minori che spesso sono un po’ abbandonati. Non è facile trovare a livello politico e privato chi vuole investire in contesti di questo tipo. Noi lo facciamo perché crediamo in un progetto più ampio che non abbraccia solo il singolo ma la sinergia tra tutti i club coinvolti”.

Così Stefano Tino, managing director di Betsson Group che oggi ha presentato a Roma il progetto Betsson.sport con la partecipazione del campione del mondo Francesco Totticome testimonial e di una delegazione dei primi Club sportivi che aderiranno al Betsson Sport Club, il principale progetto di valorizzazione sportiva del brand.

Betsson Sport nasce con l’obiettivo di supportare grandi e piccoli club in tutta Italia e di unirli sotto un unico denominatore comune: la passione per lo sport. L’obiettivo è dare visibilità a tutte le realtà sportive italiane, indipendentemente dal tipo di sport, dalla categoria, dal genere e dalle disabilità. Si tratta di un progetto di inclusione a 360 gradi per dimostrare quanto la passione per lo sport unisca, nonostante le diversità. Perché per noi la passione fa la differenza.

“Stiamo già lavorando per coinvolgere altri 20 club, proseguiamo la ricerca ma abbiamo notato che c’è grande fiducia nel progetto perché stanno iniziando a contarci in tantissimi.”

Betsson come vede il futuro anche in vista dei nuovi bandi di gara?

“”Indubbiamente vediamo il futuro con ottimismo. In Italia come Gruppo siamo presenti con due concessioni. Da alcuni punti di vista so che il decreto è anche stato criticato ma credo sia giusto da un lato regolamentare e dall’altro selezionare il mercato per dare la possibilità di alzare la qualità del servizio offerto. Di contro c’è da dire che si tratta di qualcosa che forse vedremo nel prossimo anno. Noi ci prepariamo e ci faremo trovare pronti”.

PressGiochi