14 Giugno 2024 - 21:36

Miele (Corte dei Conti): “Il comparto del gioco è uno dei punti fermi della nostra economia”

Tommaso Miele, presidente aggiunto della Corte dei Conti ha partecipato oggi a Roma alla presentazione del libro dell’Avv. Geronimo Cardia dal titolo: “Il gioco pubblico in Italia: riordino, questione territoriale

15 Maggio 2024

Print Friendly, PDF & Email

Tommaso Miele, presidente aggiunto della Corte dei Conti ha partecipato oggi a Roma alla presentazione del libro dell’Avv. Geronimo Cardia dal titolo: “Il gioco pubblico in Italia: riordino, questione territoriale e cortocircuiti istituzionali”. Miele ha dichiarato come il comparto del gioco pubblico sia un comparto importante per l’economia per la molteplicità di categorie professionali che coinvolge. Tanti enti vengono coinvolti anche a livello regionale e sul settore a livello normativo e regolamentare si sono susseguite normative che hanno posto lacci e lacciuoli. Ricordiamoci che però parliamo di gioco legale che lo Stato deve tutelare sia per il gettito che per la salute pubblica. Se il mercato viene invece lasciato libero allora si rischia l’emergenza dell’illegalità.

Importante poi il tema dei nuovi bandi che seguiranno al riordino che deve riordinare per evitare che il settore cada preda della criminalità organizzata. Dobbiamo eliminare l’incertezza che genera e che vige sul mercato.

Serve equilibrio, dobbiamo fare uno sforzo per trovare il giusto equilibrio tra i valori coinvolti cercando di individuare una disciplina corretta. Il comparto del gioco è uno dei punti fermi della nostra economia e non dimentichiamo il ruolo di presidio dei territori che la rete fisica svolge e che rappresenta il vero garante a tutela del settore e dei giocatori” ha concluso.

PressGiochi

 

Gioco legale: in Senato presentazione del libro di Geronimo Cardia, “Il gioco pubblico in italia: riordino questione territoriale e cortocircuiti istituzionali”

L’avv. Cardia presenta al Senato il libro dal titolo: “Il gioco pubblico in Italia: riordino, questione territoriale e cortocircuiti istituzionali”

Cangianelli (EGP-Fipe): “La riforma del settore sia realizzata considerando i numeri del mercato”

Parlati (SGI): “Coinvolgere il settore nel processo di riordino”

Lollobrigida (ADM): “Superare il distanziometro sui giochi per come è concepito oggi”

Distante (Sapar): “Lo Stato tuteli le PMI italiane del gioco”

Miele (Corte dei Conti): “Il comparto del gioco è uno dei punti fermi della nostra economia”

De Bertoldi (Fdi): “Coinvolgere enti locali nel gettito del gioco ed evitare di emarginare l’offerta”

Garavaglia: “Nella regolamentazione del settore giochi servirà equilibrio”