25 Giugno 2024 - 18:16

Cangianelli (EGP-Fipe): “La riforma del settore sia realizzata considerando i numeri del mercato”

“Le regole dei territori non hanno funzionato, la dimostrazione è il fatto che molte regione non le hanno effettivamente implementate. Nel decreto attuativo dovranno esserci gli indirizzi per un nuovo

15 Maggio 2024

Print Friendly, PDF & Email

“Le regole dei territori non hanno funzionato, la dimostrazione è il fatto che molte regione non le hanno effettivamente implementate. Nel decreto attuativo dovranno esserci gli indirizzi per un nuovo rapporto tra esercenti e consumatori per delineare le vere linee di offerta del gioco nel futuro. I numeri andranno attualizzati alle cifre del 2024 e degli anni precedenti, deve esserci un quadro chiaro sull’attività degli operatori, degli esercenti e dei loro numeri. La mancanza di interesse nel settore rischi la perdita delle imprese migliori con il rischio di tornare a contesti non chiari di venti anni fa”.

Lo ha dichiarato Emmanuele Cangianelli di EGP Fipe intervenendo a Roma al Senato oggi.

PressGiochi

Gioco legale: in Senato presentazione del libro di Geronimo Cardia, “Il gioco pubblico in italia: riordino questione territoriale e cortocircuiti istituzionali”

L’avv. Cardia presenta al Senato il libro dal titolo: “Il gioco pubblico in Italia: riordino, questione territoriale e cortocircuiti istituzionali”

Cangianelli (EGP-Fipe): “La riforma del settore sia realizzata considerando i numeri del mercato”

Parlati (SGI): “Coinvolgere il settore nel processo di riordino”

Lollobrigida (ADM): “Superare il distanziometro sui giochi per come è concepito oggi”

Distante (Sapar): “Lo Stato tuteli le PMI italiane del gioco”

Miele (Corte dei Conti): “Il comparto del gioco è uno dei punti fermi della nostra economia”

De Bertoldi (Fdi): “Coinvolgere enti locali nel gettito del gioco ed evitare di emarginare l’offerta”

Garavaglia: “Nella regolamentazione del settore giochi servirà equilibrio”