25 Giugno 2024 - 18:03

L’avv. Cardia presenta al Senato il libro dal titolo: “Il gioco pubblico in Italia: riordino, questione territoriale e cortocircuiti istituzionali”

“Con questo testo cerco di riassumere 24 anni di studio sul settore per arrivare al cuore dei problemi che vanno risolti oggi con la riforma del mercato dei giochi”. Così

15 Maggio 2024

Print Friendly, PDF & Email

“Con questo testo cerco di riassumere 24 anni di studio sul settore per arrivare al cuore dei problemi che vanno risolti oggi con la riforma del mercato dei giochi”. Così Geronimo Cardia presentando al Senato il libro dal titolo: “Il gioco pubblico in Italia: riordino, questione territoriale e cortocircuiti istituzionali”.

“Oggi finalmente tutti hanno compreso che le norme del territorio bloccano il comparto, ma non riguardano tutto il gioco pubblico perché intervengono solo su alcune tipologie di gioco. La battaglia è aperta e bisogna affrontare tutti i cortocircuiti istituzionali che nascono dai vari poteri dello stato. Con questo libro cerchiamo quindi di dare tutte le informazioni possibili necessarie anche a chi a livello locale deve intervenire sul tema dei giochi.

La rete generalista è più debole perché ritenuta meno brava nel gestire il problema del gioco. Le soluzioni individuate in materia di formazione permetteranno anche ai baristi di affrontare questo problema” ha affermato il legale.

“In questo momento così delicato, in cui regolare in un modo o in un altro le diverse questioni significa incidere non solo sugli interessi privati degli operatori ma ancor prima sugli interessi pubblici, il volume fornisce gli strumenti necessari per affrontare consapevolmente la stagione del riordino del comparto tutt’ora in corso. In queste pagine ho presentato il quadro dei principi di distribuzione del gioco pubblico, affrontato l’impatto nel tempo della normativa regionale e comunale sull’ordinamento giuridico nazionale e messo in luce evoluzioni, cortocircuiti istituzionali e possibili soluzioni per evitare la paralisi delle gare pubbliche per le concessioni in scadenza. In primo piano ci sono gli interessi pubblici che presuppongono l’esistenza ordinata ed efficace del comparto: tutela dell’utente, legalità, gettito erariale, impresa e occupazione, senza dimenticare equilibrio tra concessioni, stabilità di sistema” ha detto.

Il volume fornisce gli strumenti necessari per affrontare consapevolmente la stagione del riordino del comparto tutt’ora in corso. Viene affrontato l’impatto nel tempo della normativa regionale e comunale sull’ordinamento giuridico nazionale e messo in luce evoluzioni, cortocircuiti istituzionali e possibili soluzioni per evitare la paralisi delle gare pubbliche per le concessioni in scadenza.

Nel testo, oltre all’inquadramento delle tematiche, è possibile consultare l’analisi di più di 140 casi concreti, riguardanti anche distanziometri e orari locali, e le tavole urbanistiche di oltre 70 città italiane, con evidenza degli effetti delle misure applicate.

PressGiochi

Gioco legale: in Senato presentazione del libro di Geronimo Cardia, “Il gioco pubblico in italia: riordino questione territoriale e cortocircuiti istituzionali”

L’avv. Cardia presenta al Senato il libro dal titolo: “Il gioco pubblico in Italia: riordino, questione territoriale e cortocircuiti istituzionali”

Cangianelli (EGP-Fipe): “La riforma del settore sia realizzata considerando i numeri del mercato”

Parlati (SGI): “Coinvolgere il settore nel processo di riordino”

Lollobrigida (ADM): “Superare il distanziometro sui giochi per come è concepito oggi”

Distante (Sapar): “Lo Stato tuteli le PMI italiane del gioco”

Miele (Corte dei Conti): “Il comparto del gioco è uno dei punti fermi della nostra economia”

De Bertoldi (Fdi): “Coinvolgere enti locali nel gettito del gioco ed evitare di emarginare l’offerta”

Garavaglia: “Nella regolamentazione del settore giochi servirà equilibrio”