14 Luglio 2024 - 19:23

Germania: le entrate del gioco illegale rappresentano il 4% del GGR

Il regolatore tedesco del gioco d’azzardo, Gemeinsamen Glücksspielbehörde der Länder (GGL), ha riportato nel suo rapporto annuale 2023 che le entrate del gioco d’azzardo illegale rappresentano fino al 4% del

02 Luglio 2024

Print Friendly, PDF & Email

Il regolatore tedesco del gioco d’azzardo, Gemeinsamen Glücksspielbehörde der Länder (GGL), ha riportato nel suo rapporto annuale 2023 che le entrate del gioco d’azzardo illegale rappresentano fino al 4% del mercato complessivo tedesco. Questo mercato nero ha prodotto tra i 400 e i 600 milioni di euro in GGR (gross gaming revenue, definito come perdite dei giocatori) durante l’anno, rispetto ai 13,7 miliardi di euro del mercato legale. Di queste entrate legali, 3,0 miliardi di euro provengono dal gioco d’azzardo online.

Le scommesse sportive rappresentano la maggior parte del totale online, per un totale di 1,8 miliardi di euro. Il contributo per le slot online e il poker, invece, è stato molto più basso, pari a 400 milioni di euro.

Durante tutto il periodo sono stati controllati fino a 1.864 siti web e, in 133 casi, l’autorità di regolamentazione ha proceduto a bloccare l’operazione, si legge nel rapporto. Di questi, 87 riguardavano coloro che offrivano servizi di gioco d’azzardo illegali mentre 46 erano collegati alla pubblicità degli operatori del mercato nero.

Nel complesso, GGL ha trattato un totale di 438 casi di sospetto gioco d’azzardo illegale o pubblicità durante il periodo di 12 mesi per gioco d’azzardo illegale.

Di quelli segnalati, 63 operatori del mercato nero hanno interrotto i loro servizi, o la pubblicità dei servizi, a seguito di udienze o ordini di divieto emessi da GGL nel corso dei 12 mesi. “Quei fornitori che non interrompono i loro servizi nonostante gli ordini di divieto hanno spesso sede in paesi al di fuori dell’UE”, ha osservato l’autorità di regolamentazione.

La GGL ha imposto due multe da 50.000 euro ciascuna per far rispettare gli ordini di divieto relativi al gioco d’azzardo e alla pubblicità illegali nel 2023. Nel rapporto, l’autorità di regolamentazione ha affermato di essere stata coinvolta in un massimo di 117 cause legali avviate da vari fornitori di gioco d’azzardo online in diversi settori verticali.

Nel rapporto 2021-22 di GGL, sono stati segnalati 157 casi di gioco d’azzardo illegale e pubblicità di gioco d’azzardo illegale, con 68 procedimenti di divieto avviati. All’interno del mercato legale, il gioco d’azzardo online ha rappresentato l’8% o 400 milioni di euro in GGR nel 2023, mentre le scommesse sportive hanno contribuito con un fatturato di 1,8 miliardi di euro, con una quota del 13% del mercato complessivo.

GGL ha riportato ritardi nel testare i giochi prima del lancio sul mercato a causa di problemi nel processo di licenza. L’autorità di regolamentazione ha attribuito questi ritardi al fatto che i fornitori non hanno assegnato le informazioni richieste in modo tempestivo o non le hanno fornite affatto.

Le risorse sono state temporaneamente assunte per fornire supporto temporaneo con i test del gioco. Ciò ha portato a un miglioramento sostanziale entro i primi due trimestri del 2024”, ha affermato l’autorità di regolamentazione.

La regolamentazione tedesca del gioco d’azzardo ha visto la creazione del Trattato interstatale sul gioco d’azzardo nel 2021, inaugurando il primo mercato completo di scommesse e giochi online nel paese. All’inizio del 2023, è stata istituita l’autorità centrale di regolamentazione, la Joint Gambling Authority (GGL), per supervisionare e regolare questo settore emergente.

Il processo normativo della Germania è stato criticato da molte parti interessate del settore, poiché il mercato non è considerato favorevole agli operatori commerciali. Numeri da altre fonti indicano che i dati delle autorità di regolamentazione potrebbero sottovalutare il problema del mercato nero. Uno studio del novembre 2023 di Gunther Schnabl dell’Università di Lipsia ha rivelato che circa il 48,8% dei giocatori utilizza ancora siti offshore e stima che fino a tre quarti delle entrate online siano generate da queste fonti. L’Associazione tedesca delle scommesse sportive (DSWV) ha descritto l’attuale quadro normativo come “il più restrittivo al mondo”.

 

PressGiochi

×