17 Luglio 2024 - 21:56

Australia: entra in vigore il divieto sui pagamenti con carte di credito e criptovalute per le scommesse online

L’Australia ha imposto un nuovo divieto sull’uso di carte di credito e criptovalute per le scommesse online, con l’obiettivo di frenare i problemi legati al gioco d’azzardo. Dall’11 giugno gli

17 Giugno 2024

Print Friendly, PDF & Email

L’Australia ha imposto un nuovo divieto sull’uso di carte di credito e criptovalute per le scommesse online, con l’obiettivo di frenare i problemi legati al gioco d’azzardo. Dall’11 giugno gli australiani non potranno più piazzare scommesse utilizzando denaro preso in prestito o fondi digitali anonimi.

Il divieto riguarda le carte di credito collegate a portafogli digitali e criptovalute come Bitcoin, e si estende a qualsiasi futura forma di credito. Queste normative sono in linea con quelle in vigore per i casinò fisici, dove le carte di credito sono da tempo vietate. Tuttavia, le lotterie online rimangono esenti e possono comunque accettare pagamenti con carta di credito.

L’Australia ha avuto un fiorente mercato per i casinò online che accettano criptovalute, popolari per la loro velocità e anonimato. Uno studio ha rivelato che nel 2019, il 30,7% dei giocatori d’azzardo australiani ha utilizzato le criptovalute per i giochi online.

Kai Cantwell, amministratore delegato di Responsible Wagering Australia, ha elogiato la mossa del governo e ha chiesto che il divieto venga esteso ad altre forme di gioco d’azzardo esentate. “Si tratta di una misura importante per proteggere i clienti, rendendo più semplice per le persone mantenere il controllo del proprio comportamento di gioco”, ha affermato Cantwell.

Il cambiamento legislativo è il risultato di un emendamento all’Interactive Gambling Act del 2001, approvato dai legislatori alla fine dello scorso anno. Dopo un periodo di transizione di sei mesi, le aziende ora rischiano multe fino a 234.750 dollari australiani (155.085 dollari) per la non conformità. All’autorità di regolamentazione delle comunicazioni sono stati conferiti maggiori poteri per far rispettare queste restrizioni.

Il governo federale sta considerando di eliminare gradualmente la pubblicità del gioco d’azzardo entro tre anni, seguendo le raccomandazioni di un’inchiesta parlamentare sui problemi legati al gioco d’azzardo. Il Ministro delle Comunicazioni, Michelle Rowland, ha indicato che saranno annunciate ulteriori misure per prevenire tali problemi, sottolineando che “gli australiani non dovrebbero giocare d’azzardo con i soldi che non hanno”.

Nonostante le normative esistenti, l’Australia continua a essere un attore significativo nel mercato delle criptovalute. Il Paese è al nono posto nel mondo per l’adozione delle criptovalute, con il 17% della popolazione che possiede asset digitali, superando la media globale del 15%. Riflettendo questa crescente accettazione, l’Australia ha recentemente approvato due nuovi prodotti negoziati in borsa per gli investimenti in criptovalute.

 

 

PressGiochi