13 Giugno 2024 - 06:47

Australia, entra in vigore il divieto di usare carte di credito per giocare d’azzardo

In Australia è entrato in vigore il divieto di utilizzare carte di credito per il gioco d’azzardo. In precedenza, i giocatori in Australia potevano finanziare il gioco d’azzardo utilizzando carte

11 Giugno 2024

Print Friendly, PDF & Email

In Australia è entrato in vigore il divieto di utilizzare carte di credito per il gioco d’azzardo.

In precedenza, i giocatori in Australia potevano finanziare il gioco d’azzardo utilizzando carte di credito o prodotti simili. Tuttavia, il disegno di legge Interactive Gambling Amendment (Credit and Other Measures) Bill 2023, introdotto lo scorso settembre, ha messo fine a questa pratica con il nuovo divieto. La legislazione, che modifica l’Interactive Gambling Act del 2001, ha ottenuto l’approvazione del parlamento del paese alla fine dello scorso anno. La camera dei rappresentanti dell’Australia ha approvato il disegno di legge a novembre, permettendogli di progredire al Senato, dove ha ricevuto il via libera poche settimane dopo.

Il divieto sull’uso delle carte di credito si applica quasi a tutto il gioco d’azzardo online in Australia.

Un divieto sul gioco d’azzardo terrestre era già in vigore. Tuttavia, il divieto esclude alcuni giochi, con i consumatori che possono ancora utilizzare carte di credito per giocare a lotterie e keno.

È stato messo in atto un periodo di transizione di sei mesi, permettendo agli operatori autorizzati di prepararsi ai cambiamenti. Il disegno di legge conferisce anche nuovi poteri all’Australian Communications and Media Authority (ACMA). Questi includono l’applicazione delle nuove e delle esistenti disposizioni sanzionatorie, nonché la responsabilità di emettere sanzioni per le violazioni.

“Il nostro governo prende sul serio la nostra responsabilità di prevenire e ridurre i danni derivanti dalle scommesse online”, ha detto il ministro per i servizi sociali, Amanda Rishworth. “Il nostro divieto sulle carte di credito aiuterà a raggiungere questo obiettivo. Non puoi usare la tua carta di credito per piazzare una scommessa per il gioco d’azzardo terrestre. Ora le stesse regole si applicano al gioco d’azzardo online”.

Il divieto si basa su altre misure per affrontare i danni del gioco d’azzardo in Australia. Il divieto sulle carte di credito non è affatto l’unico passo che l’Australia ha intrapreso per affrontare i danni del gioco. Altre iniziative recenti includono il lancio di BetStop, il registro nazionale di auto-esclusione. Dalla sua attivazione lo scorso agosto, più di 22.000 australiani si sono auto-esclusi dalle scommesse e dalle promozioni online. Il governo ha anche introdotto la pre-verifica obbligatoria. Ciò richiede agli operatori di verificare l’identità di un cliente quando si registra per un account e prima che possa iniziare a scommettere. Gli operatori online devono anche inviare ai clienti dichiarazioni di attività mensili che dettagliano le loro vincite e perdite.

Altri passaggi includono la sostituzione del messaggio “Gioca responsabilmente” nella pubblicità delle scommesse con slogan basati su evidenze. Inoltre, il governo si è impegnato a introdurre una formazione del personale coerente a livello nazionale. Per quanto riguarda i cambiamenti futuri, da settembre, entreranno in vigore classificazioni minime obbligatorie per i contenuti di tipo gioco d’azzardo nei giochi per computer.

“Sono orgogliosa dei passi che abbiamo compiuto finora per proteggere gli australiani vulnerabili”, ha detto Rishworth. “Riconosciamo che c’è ancora molto da fare e continueremo a lavorare per creare un ambiente più sicuro per gli australiani a rischio di danni dal gioco d’azzardo”. Il ministro delle comunicazioni, Michelle Rowland, ha aggiunto: “Gli australiani non dovrebbero giocare con denaro che non hanno. L’anno scorso, il governo laburista di Albanese si è impegnato a vietare le carte di credito per le scommesse online e abbiamo mantenuto la promessa. Questo divieto si basa sui significativi progressi per minimizzare i danni del gioco d’azzardo che il governo di Albanese ha compiuto negli ultimi due anni, che stanno già beneficiando migliaia di australiani vulnerabili. Il nostro impegno a garantire che il gioco d’azzardo avvenga all’interno di un quadro legislativo robusto con forti protezioni dei consumatori rimane fermo e avremo ulteriori annunci a tempo debito”.

PressGiochi