17 Luglio 2024 - 22:41

Albano (Sott.segr. Economia) a PressGiochi: “All’interno della Presidenza del Consiglio, Commissione ad hoc per lavorare al tema della pubblicità dei giochi”

“Il Governo ha un compito importante, quello di reggere un equilibrio nel gioco legale – fisico e online – tutelandone da un lato i soggetti che lo esercitano e dall’altra

28 Giugno 2024

Print Friendly, PDF & Email

“Il Governo ha un compito importante, quello di reggere un equilibrio nel gioco legale – fisico e online – tutelandone da un lato i soggetti che lo esercitano e dall’altra parte il benessere e la salute dei cittadini. In questo delicato equilibrio si inserisce il tema della pubblicità del gioco d’azzardo. Per questo si è previsto che all’interno del Dipartimento per l’editoria della Presidenza del Consiglio vi sia una Commissione che dovrà lavorare esattamente a questo tema. Ciò che ha a cuore maggiormente il Governo è quello di rafforzare il tema del gioco responsabile. Un accostamento di parole, ‘gioco’ e ‘responsabile’, che potrebbero sembrare un ossimoro, ma invece è proprio la direzione nella quale i Governo vuole andare anche con il contributo dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Si vuole sia sostenere il settore del gioco che rappresenta una parte importante del gettito erariale che si aggira intorno ai 12 miliardi, ma si deve anche tutelare salute e benessere dei cittadini. Questo è l’obiettivo prioritario”.

Così risponde il sottosegretario all’economia Lucia Albano a Pressgiochi in occasione degli Stati Generali di ADM.

In questa fase storica si sta diffondendo il gioco online che è molto più difficile da contenere non essendoci barriere per internet o frontiere. Quindi il divieto di pubblicità rischia di penalizzare i concessionari e il gioco legale lasciando libero campo a chi opera dall’estero senza concessione italiana…

“Il tema che ci si propone all’interno della legge di Delega fiscale per quanto riguarda la gestione dei giochi, è proprio quello di tutelare il più possibile il gioco legale sia fisico che online anche attraverso il rinnovo delle concessioni scadute. E’ questa – attraverso una serie di strumenti che la Guardia di Finanza insieme ad ADM potranno porre in atto – la modalità più efficace per poter combattere il gioco illegale anche online”.

Negli anni, regioni, comuni e anche altri enti locali hanno rivendicato il diritto di fare norme localissime. Questo mette in difficoltà sia i concessionari che non possono investire, sia lo stesso Stato. C’è una via per uscire da questa frammentazione normativa?

“Il Governo attraverso l’azione del viceministro Maurizio Leo ha voluto proprio nella legge di delega fiscale una normativa che rendesse più possibile omogenea la normativa nazionale provvedendo a tutelare quelle che potrebbero essere delle diversità che rendono i nostri diversi territori disomogenei tra loro. Stiamo lavorando con determinazione anche su questo fronte con il Mef e l’ADM”.

 

Pressgiochi