18 Giugno 2024 - 02:22

Wynn, meglio i casino che l’online

Nel primo trimestre, Wynn ha registrato ricavi per 1,86 miliardi di dollari, in aumento del 30,8% rispetto al totale dello scorso anno. Il gruppo ha registrato una crescita anno su

10 Maggio 2024

Print Friendly, PDF & Email

Nel primo trimestre, Wynn ha registrato ricavi per 1,86 miliardi di dollari, in aumento del 30,8% rispetto al totale dello scorso anno. Il gruppo ha registrato una crescita anno su anno in tre delle sue quattro aree principali, casinò, cibo e bevande e camere, in tutte le strutture di sua proprietà, con particolare riferimento a Las Vegas, Boston e soprattutto Macao, dove le entrate del Wynn Macau sono aumentate del 78,5% e del Wynn Palace del 58,9%. Dunque, le operazioni nella piccola regione asiatica hanno generato ricavi totali per 998,6 milioni di dollari, ovvero il 53,6% di tutti i ricavi nel primo trimestre.

Passando ai costi, le spese operative totali nel 1Q sono aumentate del 19,6% attestandosi a 1,50 miliardi di dollari. I costi del casinò sono stati di gran lunga la principale spesa per Wynn, pari a 675,4 milioni di dollari, con un aumento del 42,7% su base annua. Wynn ha registrato ulteriori 166,4 milioni di dollari di costi non operativi, il che significa un utile ante imposte di 196,5 milioni di dollari, in crescita dell’8.831,8% rispetto ai soli 2,2 milioni di dollari dello scorso anno.

Nel frattempo, l’operatore americano ha ulteriormente ridotto la sua offerta digitale WynnBet, in seguito alla decisione di ridimensionare il marchio nell’agosto dello scorso anno. Durante il primo trimestre, Wynn  ha venduto le sue licenze per le scommesse sportive interattive di New York  a Penn Entertainment ed ESPN Bet, e  ha cessato le operazioni anche in Massachusetts. WynnBet rimane solo nel Michigan, ma l’operazione è in fase di revisione.

Wynn ora guarda con molto interesse gli Emirati Arabi Uniti (EAU), avendo intenzione di aprire il casinò Wynn Al Marjan Island all’inizio del 2027, che costerà quasi 4 miliardi di dollari.

L’amministratore delegato Craig Billings ha accennato potenziali lanci sia a New York che in Tailandia, in attesa che i due mercati vadano ad aprirsi.

 

Pressgiochi