13 Giugno 2024 - 08:30

Wanda Ferro (Sottosegretario Interno): “Regole chiare per la sfida del riordino del gioco”

“Il settore dei giochi è oggetto di una complessa disciplina che incide su norme di rango primario. Parto dal presupposto che è importante riscrivere una norma affinché sia organica rispetto

08 Maggio 2024

Print Friendly, PDF & Email

“Il settore dei giochi è oggetto di una complessa disciplina che incide su norme di rango primario. Parto dal presupposto che è importante riscrivere una norma affinché sia organica rispetto al Paese e alla competenza dello Stato con la necessità di conciliare il fattore sicurezza e affinché il proibizionismo non lasci spazio all’illegalità.

Il rinnovo delle concessioni per il vincolo normativo sopravvenuto è stato impedito per anni. Questo nodo va superato attraverso un lavoro in Conferenza unificata. Le scadenze delle concessioni arrivano a dicembre 2024, ma da questo punto di vista c’è la giusta attenzione e la volontà di farlo: in attesa che si realizzi un’intesa in Conferenza unificata.

Bisogna sostenere il gioco legale proprio per arginare il gioco illegale troppo spesso gestito dalla criminalità organizzata. Credo che per la maggior parte degli italiani il gioco sia una semplice attività di intrattenimento e per questo servono regole trasparenti ed uniformi grazie al contributo di operatori che possano intervenire ed individuare anche fenomeni di dipendenza.

Sono convinta che questo governo non varerà una norma dettata dalla volontà degli enti locali, confusa, ma che sarà una scelta lungimirante e di coraggio che metta fine a tante proroghe e situazioni che hanno generato poca concretezza nella disciplina. Sono certa che questo impegno verrà onorato senza l’influenza della politica del consenso”.

Lo ha dichiarato il sottosegretario al Ministero dell’Interno Wanda Ferro intervenendo al seminario pubblico organizzato dall’Istituto per la Competitività (I-Com) con il supporto di IGT, dal titolo “Il settore dei giochi e i nodi regolatori. Il riordino del territorio”.

PressGiochi