01 Ottobre 2020 - 07:02

Voghera. Scoperta dalla polizia sala scommesse abusiva con minorenni all’interno

Una bisca abusiva scoperta dalla polizia a Voghera. E anche un minorenne era presente nel locale: ora la titolare rischia fino a 20mila euro di multa e la chiusura del

06 Marzo 2015

Print Friendly, PDF & Email

Una bisca abusiva scoperta dalla polizia a Voghera. E anche un minorenne era presente nel locale: ora la titolare rischia fino a 20mila euro di multa e la chiusura del locale per qualche mese. La sala scommesse era stata aperta in città da una cittadina cinese, nonostante la Questura avesse rigettato la richiesta di autorizzazione indispensabile per avviare l’esercizio commerciale. Il «No» delle autorità, che avevano ritenuto non idonea l’apertura del locale, era stato regolarmente notificato alla titolare, che tuttavia aveva ignorato il provvedimento e aveva deciso di realizzare ugualmente la sua sala scommesse, che sembra fosse specializzata sul settore sportivo.

Gli agenti del commissariato di Voghera hanno scoperto l’attività della donna durante una serie di controlli. Non solo. Durante una di queste verifiche infatti, la polizia ha scoperto anche un ragazzo minorenne che si trovava nell’area fumatori della sala scommesse. Una presenza irregolare, perché le norme contro la ludopatia vietano la presenza di minorenni in tali luoghi, che partecipino attivamente alle scommesse oppure no. I titolari hanno l’obbligo di controllare l’età degli avventori. La situazione è stata segnalata all’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato. Inoltre, la titolare della sala scommesse è stata denunciata per esercizio abusivo di attività di gioco e anche per l’inosservanza al provvedimento della Questura, cioè per aver aperto il locale nonostante il rigetto della sua richiesta.

La sala sommesse rischia la chiusura fino a tre mesi, la titolare invece potrebbe essere sanzionata con una multa da 5mila euro fino a 20mila euro. La sala irregolare è stata scoperta durante una serie di controlli speciali messi in atto a Voghera proprio per controllare i locali dove si scommette, nell’ottica di prevenzione di eventuali irregolarità. Nelle stesse giornate, i controlli si sono estesi a Casei Gerola, Montebello, Retorbido, Codevilla, Torrazza Coste, Rivanazzano e Godiasco

PressGiochi