13 Maggio 2021 - 15:15

Doganini (PressGiochi) ad Antenna Sud: “Iniziare a valutare riapertura sale giochi in fascia gialla”

“Forse la pandemia due cose buone per il settore l’ha fatte: quella di evidenziare, con le chiusure, che sono state il motivo scatenante, la necessità di una battaglia molto più

17 Febbraio 2021

Print Friendly, PDF & Email

“Forse la pandemia due cose buone per il settore l’ha fatte: quella di evidenziare, con le chiusure, che sono state il motivo scatenante, la necessità di una battaglia molto più complessa per il settore e unire Federazioni, associazioni e sindacati in tavoli di lavoro comuni come mai era stato.

Non dimentichiamo che il settore del gioco legale entra nella pandemia già con le ossa rotte. La situazione era già allarmante nel gennaio 2020 con un carico fiscale in continua evoluzione, una confusione normativa sui territori, tensioni all’interno dei sistemi di rappresentanza.

Che la via sia la piazza o l’interlocuzione diplomatica con le istituzioni, l’importante avere una filiera unita che rivendica i propri diritti che oggi sono le riaperture e domani sarà la riforma.

Purtroppo mi sento di dire, come donna che in qualche modo ormai fa parte del settore, che vedere una rappresentanza delle donne del settore dopo oltre 30 giorni, in inverno, stanziare a piazza Montecitorio ed esser costrette a cercare l’attenzione del parlamentare passante di turno, con qualche illustre esponente che nega anche il confronto, fa una certa rabbia.

Se la politica è ipocrita il settore non deve sentirsi colpevole, perché stiamo parlando di filiera legale soggetta a innumerevoli vincoli.

Ci sono proposte anche relative a dei protocolli di sicurezza rafforzati e mi chiedo se ce ne sia veramente bisogno visto che nelle sale non è stato ad oggi riscontrato alcun evento di contagio tra dipendenti o clienti.

Non dimentichiamo che dal gioco nel 2020 sono stati persi circa 5 miliardi di gettito, di cui solo 3 dagli apparecchi da gioco. E’ vero che ora che sono in arrivo i 209 miliardi del Recovery found e forse ci si può permettere di ignorare i 10-11 miliardi persi dal settore giochi. Ma fino a quando potranno andare avanti le chiusure. Piuttosto di dovrebbe iniziare a pensare a delle riaperture in fascia gialla”.

E’ quanto ha dichiarato il direttore responsabile di PressGiochi, Cristina Doganini intervenendo alla trasmissione  “Il Punto” su Antenna Sud13 condotto da Manila Gorio dove si è parlato della problematica relativa alla chiusura del settore del gioco pubblico di Stato.

Tra gli interventi, quello del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, del presidente dell’Associazione Nazionale SAPAR, Domenico Distante, di Vittorio Sgarbi e Claudio Brachino, dell’on. FI Mauro D’Attis.

 

PressGiochi