29 Settembre 2020 - 07:19

Trento. Al via nuovo marchio per gli esercenti no-slot

Il Comune di Trento in collaborazione con l’Alleanza contro il gioco d’azzardo patologico ha creato un nuovo marchio che serve a contraddistinguere gli esercizi pubblici che decidono di non installare

24 Febbraio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Trento in collaborazione con l’Alleanza contro il gioco d’azzardo patologico ha creato un nuovo marchio che serve a contraddistinguere gli esercizi pubblici che decidono di non installare dispositivi di gioco (slot machine, videolottery, videopoker) all’interno del locale. E’ inoltre prevista un’agevolazione per i bar che vogliono rottamare le slot machine, con una riduzione del 50% sulla tariffa rifiuti annuale.

Naturalmente i locali che non installano dispositivi di gioco sono molt. Tra questi c’è anche il bar “Tutti per uno” gestito dalla Fondazione Trentina per l’Autismo onslus. All’interno del locale c’è una vecchia slot machine americana degli anni ’50. Funziona al contrario: anzichè inghiottire soldi con l’illusione di darne una volta ogni tanto funziona da salvadanaio per le offerte che andranno a finanziare la Fondazione.

PressGiochi