27 Settembre 2020 - 07:53

Tornei di poker. Per il Casinò di Sanremo favorevole a incentivare l’attività anche con cooperazioni esterne

Il Cda del Casinò di Sanremo esprime sconcerto per il veemente inaccettabile attacco personale rivolto dal Sindacato S.N.A.L.C. al Consigliere d’Amministrazione Avv. Maurizio Boeri e per le dichiarazioni della “Cooperativa

06 Marzo 2015

Print Friendly, PDF & Email

Il Cda del Casinò di Sanremo esprime sconcerto per il veemente inaccettabile attacco personale rivolto dal Sindacato S.N.A.L.C. al Consigliere d’Amministrazione Avv. Maurizio Boeri e per le dichiarazioni della “Cooperativa Matuzia” apparse sugli organi di stampa.

“A tale proposito – riferisce il CdA – il Consiglio d’Amministrazione di Casinò S.p.A. precisa di essere sempre stato coeso nel valutare ogni possibile criticità, anche di carattere tecnico-giuridico, in ordine all’allacciamento di rapporti contrattuali con iniziative locali di cooperazione per l’acquisizione di servizi di cui valersi per l’organizzazione di tornei di poker.

E’ pertanto destituita di ogni fondamento la dichiarazione secondo la quale l’Avv. Maurizio Boeri avrebbe assunto una posizione pregiudizialmente contraria alle suddette iniziative cooperativistiche.

Il Consiglio d’Amministrazione, seppur unanimemente consapevole della rilevanza dei tornei di poker per la Casa da Gioco e per l’economia della Città e favorevole all’adozione di iniziative di sostegno di tale attività che favoriscano l’occupazione locale, respinge ogni tentativo di ingerenza nelle scelte di amministrazione, le quali rimangono legittimamente appannaggio dell’Organo di Amministrazione, il quale opera nell’esclusivo interesse aziendale.

L’attacco personale rivolto all’Avvocato Boeri è evidentemente ingiustificato e pretestuoso”.

PressGiochi