24 Maggio 2024 - 03:10

Tagliarini: “Importante impegno degli operatori di gioco verso i pagamenti digitali ma l’esperienza utente migliorerà”

“La transizione verso il digital nei pagamenti richiede tempo perché l’Italia resta il maggior paese in Europa con il maggior uso di contante perché l’utente è affezionato al denaro contante

18 Aprile 2024

Print Friendly, PDF & Email

“La transizione verso il digital nei pagamenti richiede tempo perché l’Italia resta il maggior paese in Europa con il maggior uso di contante perché l’utente è affezionato al denaro contante per varie ragioni. Tuttavia nel settore del gioco gli operatori devono gestire clienti che vogliono usare solo il denaro digitale. Le sfide normative sono tante ma dobbiamo considerare che non solo i monopoli regolano le attività di gioco ma c’è anche la Banca d’Italia che deve regolare il tema dei pagamenti e della circolazione del contante per evitare i rischi. Questo deve unirsi al mondo del gioco. Il decreto di riordino dell’online sembrerebbe prevedere una transazione verso l’online. Viviamo una fase di confusione e forse la soluzione ideale tra le normative prevede che i concessionari istituiscano partnership con aziende che erogano servizi di pagamento.

Questo cambia le carte in tavola per tutti gli attori e la situazione si complica per delle regole che indicano chiaramente che serviranno nuove verifiche sul cliente, l’esperienza del gestore di sala si appesantisce ma l’obiettivo finale deve essere il miglioramento dell’esperienza finale dell’utente. Ma questo sacrificio della filiera e dei concessionari permetterà maggior compliance del settore. Sono progetti complessi ma che porteranno vantaggi a tutta la filiera e che permetteranno la transazione al digital verso clienti che ancora sono legati alla moneta”.

Lo ha dichiarato Daniele Tagliarini parlando di pagamenti digitali e nuovo riordino del settore del gioco che sembrerebbe andare verso una maggior digitalizzazione dei pagamenti.

“Non condivido l’idea della società cashless. Il contante dovrebbe essere sempre presente, Interessante il tema delle crypto, che interessa al giocatore dal unto di vista della privacy che garantisce. Potrà diventare uno strumento sempre più regolamentato per effettuate anche le giocate. Il costo della compliance normativa permetterà di sviluppare servizi aggiuntivi di pagamento per attutire i costi necessari se non addirittura sviluppare ricavi. Un percorso corretto è si quello di occuparsi della regolamentazione ma vederlo anche come una opportunità per trarne vantaggi e mettere le soluzioni di pagamento al centro”.

PressGiochi