04 Marzo 2024 - 23:24

Svezia. Il Parlamento propone modifiche alla legge sul match fixing

Il parlamento svedese esaminerà le proposte di emendamento alla legge sul gioco d’azzardo del 2018 che mirano a consentire ai licenziatari di elaborare dati su “violazioni relative o sospettate di

04 Febbraio 2024

Print Friendly, PDF & Email

Il parlamento svedese esaminerà le proposte di emendamento alla legge sul gioco d’azzardo del 2018 che mirano a consentire ai licenziatari di elaborare dati su “violazioni relative o sospettate di essere coinvolte in partite truccate”. Le modifiche sono proposte in una nota del governo per il rinvio.

La mossa introdurrebbe disposizioni speciali per il trattamento dei dati personali in conformità con i principi del Regolamento generale europeo sulla protezione dei dati (GDPR).

I nuovi emendamenti dovrebbero entrare in vigore il 1° dicembre, a condizione che ricevano l’approvazione parlamentare. Secondo il memorandum: “Si propone che il trattamento di tali dati personali sia consentito qualora sia necessario esaminare un gioco monetario per individuare imbrogli, frodi e altre attività criminali, per monitorare e segnalare modelli di scommesse aberranti e sospetti di manipolazione di sport risultati delle scommesse e verificare e segnalare qualsiasi scommessa dei giocatori che viola le norme sulle partite truccate.

Si rileva: “Il GDPR comprende una disposizione per il trattamento dei dati personali riguardanti violazioni della legge, consentendo tale trattamento a condizioni specifiche, principalmente sotto il controllo di un’autorità o quando consentito dalla legislazione comunitaria o nazionale”.

Negli ultimi anni la Svezia ha già approvato nuove norme sulle partite truccate. Dal 1° luglio dello scorso anno, nell’ambito dei loro compiti, i concessionari hanno l’obbligo di assistere la polizia nelle indagini sulle partite truccate.

In ottobre il ministro dei mercati finanziari Niklas Wykman e il ministro della sanità e degli affari sociali Jakob Forssmed hanno annunciato che la Svezia aderirà alla Convenzione Macolin. Il trattato del 2014, ufficialmente denominato Convenzione sulla manipolazione delle competizioni sportive, stabilisce i requisiti per gli stati dell’UE di collaborare con gli organismi sportivi e gli operatori di scommesse.

La convenzione comprende un quadro giuridico comune per la cooperazione internazionale contro la manipolazione sportiva. Il precedente governo svedese era stato intenzionato ad aspettare che la convenzione diventasse legge europea prima di aderirvi. Tuttavia, l’approvazione da parte dell’UE richiede tempo. Malta si oppone alla misura perché la definizione di gioco d’azzardo illegale contenuta nella convenzione confermerebbe che molti operatori con licenza MGA operano contro il diritto dell’UE.

PressGiochi

Fonte immagine: https://it.depositphotos.com