08 Febbraio 2023 - 12:21

Spagna: entrate dal gioco d’azzardo a 240,83 milioni di euro nel terzo trimestre del 2022

Il regolatore spagnolo ha registrato entrate lorde di gioco per 240,83 milioni di euro per il trimestre.

05 Gennaio 2023

Print Friendly, PDF & Email

L’autorità di regolamentazione del gioco d’azzardo spagnola, la Direzione generale per la regolamentazione del gioco d’azzardo, ha riferito che le entrate lorde del gioco d’azzardo (GGR) hanno raggiunto i 240,83 milioni di euro nel terzo trimestre del 2022. Si tratta di un aumento del 31,29% su base annua e del 18,08% su base trimestrale.

I depositi e i prelievi dei giocatori sono aumentati del 26,72 e del 24,85% su base annua e sono variati del +4,60% e del -8,70% su base trimestrale. Le spese di marketing sono aumentate del 7,79% rispetto al trimestre precedente e i nuovi account sono diminuiti del -4,01%.

I 240,83 milioni di GGR sono stati così distribuiti: 89,04 milioni di euro in scommesse (36,97%); 3,68 milioni di euro nel bingo (1,53%); 127,95 milioni di euro nei casinò (53,13%), 0,03 milioni di euro nei concorsi (0,01%) e 20,14 milioni di euro nel poker (8,36%). Il segmento delle scommesse ha registrato un tasso di crescita del 46,20% su base trimestrale e del 48,61% su base annua. Le scommesse ippiche azionarie sono diminuite del 33,27%. Il bingo ha registrato una crescita del 9,63% rispetto al trimestre precedente e del 4,64% rispetto allo stesso trimestre del 2021.

Nel segmento dei casinò, si è registrata una crescita del 9,22% rispetto al secondo trimestre del 2022 e un tasso di variazione annuale positivo del 27,55%. I ricavi delle slot machine sono aumentati del 27,89% su base annua e quelli della roulette live del 37,79%. Le entrate del poker sono diminuite del 10,64% su base trimestrale, ma sono aumentate del 2,83% su base annua.

Un motivo significativo per l’aumento delle entrate delle scommesse sportive è stato un aumento dei margini delle scommesse dal 2,2% nel secondo trimestre al 4,1%.

La spesa di marketing è stata di 96,31 milioni di euro, suddivisa in spese di affiliazione per 10,34 milioni di euro; sponsorizzazione di 1,78 milioni di euro; promozioni per 41,47 milioni di euro e pubblicità per 42,73 milioni di euro. La pubblicità presenta tassi positivi rispetto al trimestre e all’anno precedente rispettivamente del 35,10% e del 18,30% e gli affiliati sono aumentati del 31,39% e del 19,31%. La spesa per le sponsorizzazioni è aumentata del 373,74% rispetto al trimestre precedente, ma è diminuita del -12,43% annuo.

La media mensile dei conti di gioco attivi è stata di 999.322, il che implica un calo del -0,07% rispetto al trimestre precedente e una variazione annua positiva del 9,18%. La media mensile di nuovi account è di 109.312 utenti.

Dei 78 operatori autorizzati, durante il terzo trimestre del 2022, la loro divisione in verticali era: scommesse: 45, bingo: 3, casinò: 54, concorsi: 2, poker: 9.

Il mese scorso, lo Stanleybet Group del Regno Unito ha annunciato di aver ottenuto una licenza per le scommesse al dettaglio e i diritti per entrare nel mercato spagnolo delle scommesse al dettaglio nella regione meridionale dell’Andalusia. Intende aprire il suo primo negozio di scommesse a Malaga nel primo trimestre del 2023.

Nel frattempo, Starcasino con sede in Belgio verrà lanciato in Spagna, offrendo sia scommesse sportive che casinò online. Utilizzerà il sistema di gestione degli account dei giocatori di Gaming Innovation Group (GiG) e il bookmaker Sportnco.

 

PressGiochi