06 Ottobre 2022 - 20:14

Sanatoria scommesse: un successo indipendentemente dalle aspettative disattese

È scaduta ieri la sanatoria per le agenzie estere di scommesse sportive che operano in Italia senza concessione. Secondo le prime stime sarebbero circa 2.400 i punti di gioco che

03 Febbraio 2015

Print Friendly, PDF & Email

È scaduta ieri la sanatoria per le agenzie estere di scommesse sportive che operano in Italia senza concessione. Secondo le prime stime sarebbero circa 2.400 i punti di gioco che avrebbero aderito alla regolarizzazione introdotta con la legge di stabilità per il 2015. Alcuni bookmaker hanno deciso all’ultimo minuto. Nel totale erano 7mila i centri trasmissione oggetto del provvedimento. Secondo la legge di fine anno, infatti, i cosiddetti Centri di trasmissione dati potevano definire entro il 31 gennaio (termine slittato a ieri perché il 31 cadeva di sabato) la loro posizione versando nelle casse dell’Erario 10mila euro e le imposte dovute e mai versate. Le entrate attese dai tecnici del Mef si aggiravano intorno ai 220 milioni anche se a conti fatti mancherebbero ancora parecchi mln di euro.

PressGiochi