24 Maggio 2024 - 02:31

Riordino giochi. Faggiani (Anci): “Coinvolgere comuni nel tema dei controlli”

“Il tema della tutela del cittadino è molto sentito da parte degli amministratori locali. C’è grande attenzione verso un mondo che non dobbiamo criminalizzare, quello del gioco. Il Governo da

19 Aprile 2024

Print Friendly, PDF & Email

“Il tema della tutela del cittadino è molto sentito da parte degli amministratori locali. C’è grande attenzione verso un mondo che non dobbiamo criminalizzare, quello del gioco. Il Governo da anni sta provando a riformare il settore. Finalmente il Governo Meloni ha inserito la riforma nella delega fiscale anche se avremmo preferito un testo unico. L’online ha già un suo decreto, il terrestre sta attendendo i lavori di un tavolo tecnico in Conferenza Unificata. La proposta di ADM parte dall’intesa del 2017 e rappresenta una buona base di partenza partendo proprio dal presupposto che servano norme uniformi nel territorio nazionale. Si parla di un parametro di densità (200mt di distanza tra le sale, ndr), ma se introdotto in maniera sensata potrebbe contribuire una corretta e omogenea distribuzione dell’offerta sul territorio comunale evitando zone di concentrazione del gioco nelle periferie che già presentano diverse problematicità. Tre sono gli aspetti dimenticati nel documento. Primo è il tema dei controlli: la polizia locale potrebbe svolgere un aiuto contro il gioco minorile e illegale essendo ben diffusa nel territorio. Serve formazione delle polizie locali e stabilire bene le competenze.

Questo apre il secondo tema dei fondi e delle risorse da usare per coinvolgere i comuni in queste attività. In passato si usavano i 50 mln del fondo antiGap, ma bisogna capire come il fondo viene gestito, perché ci sono regioni nei quali i fondi non arrivano ai comuni.

Terzo aspetto i locali: chi certifica i locali? Dovrebbero essere i comuni che garantiscono di stabilire dove viene offerto il gioco. Servono regole certe che permettano agli amministratori locali di controllare e alla rete degli operatori di operare in maniera equilibrata”.

Lo ha dichiarato Domenico Faggiani di Anci parlando del riordino del gioco fisico al quale sta lavorando il Governo.

PressGiochi