22 Maggio 2024 - 20:08

Regno Unito. Stop alle società del betting sulle maglie della Premier League

I club della Premier League hanno votato per vietare la promozione delle società del gioco d’azzardo sulle maglie dei giocatori. Forse un tentativo per autoregolamentare la questione ed evitare che venga adottato dal Governo un total ban sul modello italiano.

13 Aprile 2023

Print Friendly, PDF & Email

Il voto è stato approvato in una riunione con tutti i 20 club del campionato questa mattina, nella quale si è discusso della questione della sponsorizzazione del gioco d’azzardo come unico punto all’ordine del giorno. Il divieto riguarderà la promozione del gioco sulla parte anteriore delle magliette, ma saranno comunque consentite le sponsorizzazioni sulle maniche e la pubblicità a LED a bordo campo.

I club avranno tre anni di tempo per attuare il cambiamento, e comunque fino all’inizio della stagione 2026-27 per trovare sponsor alternativi.

Otto squadre della Premier League in questa stagione hanno società di gioco d’azzardo sulla parte anteriore delle loro maglie: Brentford, Everton, Fulham, Leeds United, Newcastle United, Southampton e West Ham United.

Si stima che le sponsorizzazioni abbiano un valore di 60 milioni di sterline (75,1 milioni di dollari) all’anno.

“I club della Premier League – si legge nella nota emessa – hanno oggi concordato collettivamente di ritirare la sponsorizzazione del gioco d’azzardo dalla parte anteriore delle maglie della giornata dei club, diventando la prima lega sportiva nel Regno Unito ad adottare tale misura volontariamente al fine di ridurre la pubblicità del gioco d’azzardo. L’annuncio segue un’ampia consultazione che ha coinvolto la Lega, i suoi club e il Dipartimento per la cultura, i media e lo sport nell’ambito della revisione in corso da parte del governo dell’attuale legislazione sul gioco d’azzardo. La Premier League sta anche lavorando con altri sport allo sviluppo di un nuovo codice per la sponsorizzazione responsabile del gioco d’azzardo”.

Cinque squadre del campionato – Birmingham City, Coventry City, Middlesbrough, Stoke City e Watford – hanno anche società di scommesse sulla parte anteriore delle loro magliette.

Il voto dei club della Premier League anticipa la revisione delle leggi sul gioco d’azzardo da parte del governo britannico, che dovrebbe essere pubblicata entro la fine del mese dopo diversi ritardi.

La decisione presa dalla Lega inglese di ridurre l’impatto delle pubblicità legate al gioco vuole forse anticipare ed evitare che anche nel Regno Unito venga adottato un taglio drastico alla pubblicità del gioco e del betting come accaduto in Italia e in Spagna.

 

PressGiochi