23 Giugno 2024 - 03:35

Regno Unito: il Governo presenta le norme per il settore del gioco terrestre

Il Dipartimento della Cultura, dei Media e dello Sport (DCMS) del governo britannico ha recentemente pubblicato nuove normative per il settore del gioco d’azzardo tradizionale. Queste normative, sviluppate in risposta

20 Maggio 2024

Print Friendly, PDF & Email

Il Dipartimento della Cultura, dei Media e dello Sport (DCMS) del governo britannico ha recentemente pubblicato nuove normative per il settore del gioco d’azzardo tradizionale. Queste normative, sviluppate in risposta alla consultazione sulle proposte del Libro bianco, saranno ora presentate al Parlamento per l’approvazione.

La consultazione pubblica del DCMS si è svolta dal 26 luglio 2023 al 4 ottobre 2023 e ha mirato a determinare i cambiamenti necessari per il settore del gioco d’azzardo tradizionale, alla luce della crescente diffusione del gioco d’azzardo online.

Modifiche per i Casinò

Per quanto riguarda i casinò, il DCMS ha dichiarato che i casinò regolati dal 1968 Act potranno aumentare il numero delle loro macchine da gioco fino a 80, a condizione che soddisfino i requisiti di dimensione dei piccoli casinò previsti dal 2005 Act. Inoltre, i casinò più piccoli del 1968 Act potranno avere più di 20 macchine, proporzionalmente alle loro dimensioni. Le scommesse saranno consentite in tutti i casinò.

Regolamentazione delle Sale Giochi e Bingo

Il DCMS permetterà l’implementazione di un rapporto 2:1 tra le macchine da gioco di categoria B e quelle di categoria C e D, in base al tipo di dispositivo. In pratica, due macchine da gioco di categoria B potranno essere disponibili per ogni macchina da gioco di categoria C o D.

Pagamenti senza Contanti

Una delle novità principali riguarda i pagamenti senza contanti sulle macchine da gioco. Il DCMS consentirà l’uso di carte di debito diretto per i pagamenti, purché siano adottate misure di protezione per i giocatori. La legislazione secondaria introdurrà la verifica contabile e i pagamenti senza contanti saranno limitati a £100. La UK Gambling Commission consulterà ulteriormente sulle misure di protezione dei giocatori da includere negli standard tecnici delle macchine da gioco per garantire adeguati attriti durante l’uso dei pagamenti con carta di debito diretto.

Verifica dell’Età

Le sale da gioco saranno obbligate a introdurre la verifica dell’età di almeno 18 anni per l’uso delle slot machine di categoria D. Inoltre, sarà considerato un reato penale permettere o incoraggiare l’uso di queste macchine da parte di minori di 18 anni.

Monitoraggio e Reportistica

Il DCMS propone che l’industria finanzi, conduca e riferisca sui risultati degli acquisti di prova volontari. Gli operatori dovranno collaborare con gli organismi commerciali e le autorità pertinenti per valutare la fattibilità di questa proposta e determinare la frequenza dei report da inviare al DCMS.

Tariffe delle Licenze

Le tariffe di licenza dei locali, che possono essere addebitate dalle autorità locali in Inghilterra e Galles, aumenteranno del 15%. Questo incremento finanzierà i compiti amministrativi e di controllo del gioco d’azzardo. Mentre le autorità di rilascio delle licenze avevano richiesto un aumento del 30%, gli operatori del gioco d’azzardo avevano spinto per un incremento del 10%. La Scozia, tuttavia, stabilirà le proprie tariffe.

Partecipanti alla Consultazione

Alla consultazione hanno risposto 87 diverse parti interessate, tra cui ricercatori, operatori di centri di gioco per adulti, operatori di bingo, organizzazioni di campagne, operatori di casinò, privati, autorità locali e rappresentanti di pub. Inoltre, sono state ricevute 16 risposte per una consultazione supplementare sulla riforma della regola 80/20.

Tra i partecipanti del settore del gioco d’azzardo figurano importanti nomi come 888 William Hill, BACTA, Betfred, Betting and Gaming Council, Buzz Group, Entain, GambleAware, Gambling with Lives, GamCare, Genting Casinos UK, Hippodrome Casino, Merkur Bingo & Casino Entertainment UK, Merkur Slots, Rank Group e Wexel Gaming.

Queste nuove normative segnano un passo significativo nella regolamentazione del settore del gioco d’azzardo tradizionale nel Regno Unito, mirando a bilanciare l’innovazione e la crescita con la necessità di proteggere i giocatori e mantenere l’integrità del settore.

Il Betting and Gaming Council (BGC) chiede valutazione sul pieno impatto delle proposte.

Michael Dugher, presidente ad interim e amministratore delegato di BGC, ha commentato: “I casinò sono un pilastro vitale del settore del tempo libero, dell’ospitalità e del turismo del Regno Unito, e accogliamo con favore la risposta alla consultazione del governo che rappresenta un progresso positivo sulle riforme di modernizzazione modeste, attese da tempo ma cruciali. Questi cambiamenti sono necessari affinché il settore dei casinò tradizionali possa competere e prosperare.

“I casinò attualmente impiegano più di 10.000 persone, contribuiscono con 300 milioni di sterline all’anno in tasse e generano circa 800 milioni di sterline all’anno per l’economia del Regno Unito.

“Le riforme tanto necessarie sui pagamenti senza contanti, sull’allocazione delle macchine da gioco e sulla possibilità che tutti i casinò offrano scommesse sportive rafforzeranno il settore per soddisfare meglio le esigenze e le aspettative dei loro clienti.

“Mentre accogliamo con favore queste proposte, l’attenzione deve ora spostarsi sulla tempistica per l’attuazione dei cambiamenti politici, e invitiamo il governo a stabilire con urgenza una tempistica chiara per far progredire la legislazione pertinente e renderli realtà per i nostri membri.

“Troppi casinò hanno purtroppo chiuso negli ultimi anni perché le amministrazioni che si sono succedute non sono riuscite a realizzare i cambiamenti di cui avevamo bisogno per proteggere l’occupazione e la crescita. La BGC e i nostri fantastici membri dei casinò si battono da anni per queste nuove misure per consentire alle aziende di modernizzarsi, innovarsi e crescere, e accogliamo con grande favore l’approccio del governo per garantire che i casinò siano in una posizione migliore per realizzare ciò”.

Il BGC ha inoltre ricordato che i suoi membri regolamentati del settore delle scommesse e dei giochi, compresi quelli con sedi fisiche, attualmente supportano 110.000 posti di lavoro in tutto il Regno Unito e contribuiscono con 7,1 miliardi di sterline all’economia, rendendo i cambiamenti fondamentali per la sostenibilità del settore.

Rank Group pronta a migliorare l’offerta entro il 2025

Anche Rank Group, operatore di Grosvenor Casinos e Mecca Bingo, ha visto l’ultima fase dei piani di modernizzazione come un’opportunità per “soddisfare meglio le esigenze dei clienti”. Allo stato attuale, le sedi di Grosvenor saranno in grado di raddoppiare le 1.361 macchine da gioco B1 attualmente in uso nei casinò fisici, con Rank Group che sta già pianificando di aggiungere le prime 700 nuove macchine nell’anno fiscale 2025.

La società sta inoltre cercando di aggiornare le sue sedi fisiche con l’aggiunta di “vari concetti di scommesse sportive” che saranno consentiti in tutti i casinò secondo il nuovo quadro.

John O’Reilly, amministratore delegato di Rank, ha commentato: “La risposta odierna del governo alla consultazione è una buona notizia per Rank. A condizione che la legislazione sia entrata in vigore entro la pausa di fine luglio, non vediamo l’ora di migliorare l’offerta ai clienti nelle nostre sedi con una tabella di marcia di investimenti e miglioramenti nei mesi e negli anni che seguiranno. Le modernizzazioni legislative non arriveranno mai troppo presto, quindi siamo soddisfatti dei progressi contenuti nell’annuncio di oggi”.

 

PressGiochi

×