29 Settembre 2020 - 20:27

Regione Piemonte. Pentenero (Ass. Istruzione): “Partire dai ragazzi per sensibilizzare al problema del Gap”

Un disegno di legge per il contrasto al gioco d’azzardo patologico. Lo hanno annunciato oggi l’assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta , e l’assessore all’Istruzione, Gianna Pentenero , nel corso

05 Marzo 2015

Print Friendly, PDF & Email

Un disegno di legge per il contrasto al gioco d’azzardo patologico. Lo hanno annunciato oggi l’assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta , e l’assessore all’Istruzione, Gianna Pentenero , nel corso del convegno “Ragazzi, non giochiamoci! Minori e gioco d’azzardo ”  che si svolto a Palazzo Lascaris.

Il fenomeno del gioco d’azzardo- hanno ricordato durante il convegno – interessa il mondo giovanile, nonostante sia espressamente vietato ai minori di anni 18: la prevalenza del gioco d’azzardo patologico è stata stimata in circa l’8% nella popolazione   tra i 15 e i 19 anni.

Se in Italia la stima dei giocatori   d’azzardo patologici varia dallo 0,5% al 2,2% (dati Ministero della Salute), in Piemonte  nel 2013 sono stati trattati, presso i Servizi per la cura delle Dipendenze (SerD), 1256 soggetti per gioco d’azzardo, 10 per gambling problematico e 1246 per gambling patologico. Le donne sono 268, i maschi 988, 3,7 volte più numerosi delle donne. I nuovi utenti sono stati 578, gli utenti rientrati o già in carico 655. L’età media è di 47,9 anni: 51,9 nelle donne e 46,7 negli uomini, 46,8 nei nuovi utenti 48,8 tra gli utenti rientrati o già in carico.

L’assessore all’Istruzione Pentenero ha ricordato “ l’importanza del coinvolgimento delle scuole per sensibilizzare i ragazzi e le ragazze piemontesi sull’esigenza di contrastare un fenomeno purtroppo assai diffuso. È importante creare una rete sul territorio che possa diffondere la conoscenza del problema e prevenirlo e per far questo bisogna iniziare dai ragazzi, fornire loro strumenti, competenze e conoscenze per aiutarli a comprendere che il gioco d’azzardo può diventare patologico e quindi un vortice incontenibile”.

PressGiochi