30 Settembre 2020 - 00:46

Reggio. Sindaci e Provincia uniti contro la criminalità organizzata nel gioco

Prosegue l’impegno di Provincia e sindaci reggiani sul fronte della legalità e del contrasto alle infiltrazioni malavitose. Dopo l’assemblea dei sindaci e l’incontro tra prefetto Ruberto, presidente della Provincia Manghi

17 Febbraio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Prosegue l’impegno di Provincia e sindaci reggiani sul fronte della legalità e del contrasto alle infiltrazioni malavitose. Dopo l’assemblea dei sindaci e l’incontro tra prefetto Ruberto, presidente della Provincia Manghi e sindaco di Reggio Vecchi dei giorni scorsi, successivi all’operazione Aemilia, nel primo pomeriggio di lunedì a Palazzo Allende nuovo vertice tra primi cittadini per dare concretezza agli impegni assunti.

Mentre sul fronte di un nuovo Protocollo di legalità ancora più restrittivo in termini di assegnazioni lavori, appalti e controlli sull’edilizia Comune di Reggio, Provincia e prefettura stanno completando i contenuti del documento che verrà sottoscritto nelle prossime settimane, sindaci e Provincia hanno approfondito oggi in particolare il tema di sale scommesse e videolottery (Vlt), che a volte possono favorire nuove forme di insediamento della criminalità organizzata.

“Oltre a una piena collaborazione con le forze dell’ordine per quanto riguarda i controlli di queste attività, anche attraverso un tavolo di confronto per concordare le scelte urbanistiche promosse dagli enti locali e promuovere congiuntamente una politica di informazione e controllo in materia di gioco d’azzardo, l’obiettivo è quello di condividere con tutto il territorio provinciale l’iniziativa intrapresa dal Comune di Reggio tra il 2013 e il 2014, attraverso varianti al Regolamento urbanistico edilizio (Rue) e al Piano strutturale comunale (Psc), finalizzata a introdurre un uso specifico per le sale scommesse da pianificare sul territorio solo attraverso il Piano operativo comunale (Poc) ovvero dopo l’approvazione del Consiglio comunale”, spiegano il presidente della Provincia e il sindaco del Comune di Reggio, Giammaria Manghi e Luca Vecchi, che nei prossimi giorni invieranno sul tema anche una formale richiesta alla Regione Emilia-Romagna.

PressGiochi