25 Giugno 2024 - 17:22

Pucci (Astro): “Sul gioco, servono scelte programmatiche e coerenza”

“Le Regioni che hanno deciso di dichiarare guerra al gioco legale stanno vedendo un incremento dei malati di ludopatia. La Lombardia, secondo i dati del Serd, ha visto un aumento

21 Gennaio 2016

Print Friendly, PDF & Email

“Le Regioni che hanno deciso di dichiarare guerra al gioco legale stanno vedendo un incremento dei malati di ludopatia. La Lombardia, secondo i dati del Serd, ha visto un aumento del 42,1%, la Liguria, dati del comune di Genova, del 197%, la provincia di Bolzano, dove non esiste più gioco legale, del 120%”. Lo dichiara Massimiliano Pucci in una intervista rilasciata a L’Arena.

“Il rischio – spiega – è che, se viene meno la possibilità di giocare in modo legale e controllato si finisce nella rete della criminalità”.

“I videopoker nel 2000 erano 800mila, oggi invece abbiamo 340mila newslot (quelle di bar e tabaccherie, (dove si può vincere al massimo fino a 100mila euro) con un indotto di oltre 4 miliardi che prima non c’era. Lo Stato deve decidere se dichiarare il gioco illegale con il rischio che tutto vada in mano alla criminalità, oppure regolamentare e investire con scelte programmatiche, magari destinando gli introiti del gioco al sociale come fanno in altri paesi europei”.

 

PressGiochi