27 Settembre 2020 - 09:57

Protesta dei gestori contro la tassa dei 500 mln. Rinviata a data da destinarsi

Salta – per il momento – l’incontro previsto domani a Roma nel quale si attendevano circa 2mila gestori di apparecchi da gioco per protestare contro la tassa inserita nella legge di Stabilità che rischia di mettere in ginocchio tutto il comparto delle slot.

23 Gennaio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Salta – per il momento – l’incontro previsto domani a Roma nel quale si attendevano circa 2mila gestori di apparecchi da gioco per protestare contro la tassa inserita nella legge di Stabilità che rischia di mettere in ginocchio tutto il comparto delle slot.

Dalle informazioni cui è venuto a conoscenza PressGiochi.it, l’iniziativa parte da Nuoro e in particolare dall’associazione dei gestori giochi elettronici Agge Sardegna. Mentre Sapar e Astro cercano di calmare gli animi e frenare la cosa. Ma per Francesco Pirrello, dell’associazione Agge Sardegna è ora di dire basta ed iniziare a tutelare realmente gli interessi dei gestori di apparecchi.

“Ma – assicura Pirrello – l’incontro si terrà, è solo questione di tempi”.

Va detto che se da un lato i gestori si stanno organizzando per tutelare i loro interessi e salvare le proprie aziende, anche i 13 concessionari di rete cui sono collegate ca. 400mila apparecchi stanno intraprendendo le vie legali per impugnare le richieste dello Stato e l’ennesima modifica delle convenzioni di concessioni.

PressGiochi