20 Aprile 2024 - 22:28

PNRR 2: alla Camera posta la questione di fiducia, resta fermo il testo su scommesse, amusement e lotteria scontrini

Il Ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Inca ha posto alla Camera a nome del Governo la questione di fiducia sull’approvazione senza emendamenti, subemendamenti e articoli aggiuntivi, dell’articolo

28 Giugno 2022

Print Friendly, PDF & Email

Il Ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Inca ha posto alla Camera a nome del Governo la questione di fiducia sull’approvazione senza emendamenti, subemendamenti e articoli aggiuntivi, dell’articolo unico del disegno di legge, già approvato dal Senato.

I tempi di approvazione del decreto arrivato a Palazzo Montecitorio venerdì sono stati strettissimi. La votazione sulla questione di fiducia avrà luogo nella seduta di domani, martedì 28 giugno, a partire dalle ore 15.45, con dichiarazioni di voto a partire dalle ore 14.  Dopo il voto di fiducia, si passerà alle ulteriori fasi di esame del provvedimento.

Il testo approvato dal Senato prevede alcuni importanti interventi in materia di giochi, quali la proroga di due anni per le scommesse, modifiche alla lotteria degli scontrini e alle regole tecniche per gli apparecchi senza vincita in denaro.

Nello specifico l’articolo 18-ter proroga fino al 30 giugno 2024 il termine di scadenza previsto per le concessioni in materia di raccolta delle scommesse su eventi sportivi, anche ippici, e non sportivi, compresi gli eventi simulati, confermando la misura degli oneri concessori (comma 1). Il comma 2 rinvia a un provvedimento del direttore generale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli per l’individuazione degli apparecchi meccanici ed elettromeccanici ai quali non si applicano le disposizioni riguardanti le verifica tecnica di conformità da parte del Ministero dell’economia e delle finanze – Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato. Il comma 3 integra la dotazione del Fispe e ai relativi oneri si provvede mediante le maggiori entrate derivanti dal comma 1 (comma 4).

L’articolo 18 introduce delle modifiche alla disciplina dei pagamenti elettronici, all’obbligo di fatturazione elettronica, al funzionamento della cosiddetta lotteria degli scontrini nonché alla disciplina del superbonus. Il comma 4-bis stabilisce delle modifiche alla disciplina della lotteria degli scontrini. In particolare, la norma individua nella persona fisica maggiorenne che effettua il pagamento elettronico per sé, per un componente del nucleo familiare o in forza di una rappresentanza, il soggetto che può partecipare all’estrazione. Inoltre, si riconosce la possibilità di disciplinare, con provvedimenti del direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, d’intesa con l’Agenzia delle entrate, le modalità di svolgimento di lotterie degli scontrini, sia istantanee, sia differite, differenziate anche per le operazioni di estrazione, l’entità e il numero dei premi.

 

PressGiochi