29 Settembre 2020 - 16:04

Pirrello (Agge Sardegna): “E’ ora di dire basta! Spegnere Vlt e Awp”

“E’ giunto il momento di dire basta, le strategie associative passate non sono servite a nulla. Agge Sardegna vuole mettere in atto una azione sindacale immediata per contrastare la norma

30 Gennaio 2015

Print Friendly, PDF & Email

“E’ giunto il momento di dire basta, le strategie associative passate non sono servite a nulla. Agge Sardegna vuole mettere in atto una azione sindacale immediata per contrastare la norma inserita nella Legge di stabilità che ricade sulla categoria dei gestori di apparecchi da gioco. Noi siamo venuti dalla nostra isola per sensibilizzare tutta la categoria a fare come abbiamo fatto in Sardegna: la disconnessione degli apparecchi”. Con queste parole Francesco Pirrello apre la convention indetta oggi a Roma per riunire i gestori del comparto degli apparecchi da gioco contro la norma della stabilità che impone il pagamento di 500 milioni di euro. Un’opportunità per incontrare anche le altre realtà associative nazionali che però hanno declinato l’invito perdendo un’occasione unica di discutere e concordare insieme le azioni da mettere in atto per impugnare la norma inserita nella Stabilità.

“Vogliamo dare risposte concrete alle parti cointeressate – ha continuato – affermando che tutta la categoria subirà la norma. Vogliamo ricordare che l’Agge Sardegna è stata la prima associazione ad opporsi contro un ricorso al Tar del Lazio posto contro il sistema concessorio e anche dal punto di vista dell’azione sindacale e dell’azione legale come associazione non dobbiamo invidiare nulla a nessuno”.

“Come provocazione proponiamo di staccare non solo le newslot ma anche le vlt, core business dei concessionari” ha affermato Pirrello.

PressGiochi