02 Marzo 2024 - 14:15

Piemonte: prosegue la campagna contro il gioco patologico

La Regione Piemonte ricorda il suo impegno nella lotta al gioco d’azzardo patologico con la campagna “Perdere tutto non è un bel gioco” che proseguirà per tutto il 2024. La campagna,

22 Novembre 2023

Print Friendly, PDF & Email

La Regione Piemonte ricorda il suo impegno nella lotta al gioco d’azzardo patologico con la campagna “Perdere tutto non è un bel gioco” che proseguirà per tutto il 2024.
La campagna, partita a marzo, ha coinvolto finora oltre 680 mila cittadini, 170 eventi sul territorio, oltre 14 milioni di impression sui social media. In questi giorni approderà nel comune di Alba.

Una campagna capillare fatta di incontri con il coinvolgimento dei Comuni, delle farmacie, dei medici di medicina generale, di 520 sale gioco, di 2.546 punti della rete (gratta&vinci, video lottery, scommesse) tramite i Serd sul territorio e delle sedi provinciali della Federazione italiana tabacchi, gli Uffici relazioni con il pubblico della Regione e delle Asl.

Venti le tappe del Gap tour, 22 gli incontri nei mercati rionali e nelle sagre, numerose le partecipazioni ad eventi di massa come Collisioni, Sonic Park Stupinigi, Attraverso festival e in questi giorni anche le Nitto Atp finals a Torino.

La campagna è stata pianificata anche sui principali media (stampa, tv, radio, web), sui canali social e che si è avvalsa del sito web dedicato https://www.noneunbelgioco.it/.

La campagna, sulla base delle indicazioni della legge regionale 19/2021 e in attuazione del Piano regionale approvato dal Ministero della salute, ha come obiettivi informare i cittadini sul gioco d’azzardo, stimolare la presa di coscienza dei giocatori e delle loro famiglie, promuovendo percorsi di avvicinamento e presa in carico da parte delle strutture specialistiche di diagnosi e cura.

PressGiochi

Fonte immagine: Palazzo Lascaris sede del Consiglio regionale del Piemonte, cortile

×