04 Marzo 2024 - 21:48

Pdl su imposta unica scommesse. Min. Abodi: “Un controsenso intervenire ora che il Governo sta riordinando il settore giochi”

La relatrice Manzi (Pd) rinuncia all’incarico sul pdl.

19 Gennaio 2024

Print Friendly, PDF & Email

Scontro in Commissione cultura della Camera tra Governo e opposizione sul Pdl recante ‘Incremento delle aliquote dell’imposta unica sui concorsi pronostici e sulle scommesse relativamente ad alcuni giochi e destinazione del gettito alla promozione dell’attività sportiva’ a firma Berruto.

Una proposta di legge il cui esame negli ultimi mesi è andato avanti a rilento e con difficoltà.

Dopo la presentazione degli emendamenti, ieri il Governo attraverso le dichiarazioni del ministro Andrea Abodi ha dichiarato il parere contrario su tutte le proposte anche su quella rella relatrice Irene Manzi del Pd e affermato che “la proposta di legge in esame rappresenta un intervento asistematico rispetto alla recente approvazione di uno schema di decreto legislativo, da parte del Consiglio dei ministri, che introduce disposizioni in materia di riordino del settore dei giochi, a partire da quelli a distanza, ai sensi dell’articolo 15 della legge 9 agosto 2023, n. 111, che rappresenta il quadro regolatorio nazionale della disciplina dei giochi pubblici ammessi in Italia”.

Il primo firmatario della proposta, l’on. Del PD Mauro Berruto ha ribattuto al Ministro prima di abbandonare l’aula che “il Governo, esprimendo parere contrario su tutte le proposte emendative e, di fatto, vuole distruggere il lavoro unitario che la Commissione ha svolto in questi mesi nella lotta alla ludopatia. Oggi a perdere è forse l’opposizione ma certamente è perdente il modello di sport sociale che la proposta di legge aveva in animo, essendo volta a prevedere una serie di iniziative ed interventi e indicando una serie di priorità condivise da tutti”.
Disappunto anche dalla relatrice Irene Manzi che annuncia l’intenzione di rinunciare all’incarico di relatrice sul provvedimento in esame giudicando incolmabili le distanze rispetto alle posizioni espresse dal Governo. “E’ andata persa una preziosa occasione di lavoro comune e di confronto tra la maggioranza e l’opposizione che aveva raggiunto un punto importante di mediazione e che, purtroppo, il Ministro Abodi non ha ritenuto di raccogliere. Da tale vicenda ciò che risulta gravemente penalizzato è il confronto tra il Parlamento ed il Governo che, a mio giudizio, dovrebbe essere un obiettivo condiviso”.

Il Min. Abodi chiudendo la discussione risponde affermando che “Al contrario del collega Berruto non ritengo che la giornata odierna rappresenti una sconfitta dal momento che le importanti priorità contenute nella proposta di legge in esame rappresentano altrettanti punti del programma del Governo. Rittengo piuttosto che la proposta di legge in esame non rappresenti in questa fase lo strumento più appropriato sebbene gli obiettivi contenuti restino intatti. Il parere contrario espresso oggi in ordine alle proposte emendative presentate rappresenta un parere tecnico dal momento che nel frattempo c’è stato un intervento normativo da parte del Governo di riordino del settore dei giochi”.

PressGiochi

Fonte immagine: gianlucadimarzio.com