14 Giugno 2024 - 21:24

Paesi Bassi, il KSA unisce le forze con Cloudflare per combattere il gioco illegale

Netherlands Gaming Authority (KSA) ha unito le forze con la società globale di sicurezza web Cloudflare nel tentativo di reprimere gli operatori online senza licenza. L’alleanza strategica segna un passo

08 Aprile 2024

Print Friendly, PDF & Email

Netherlands Gaming Authority (KSA) ha unito le forze con la società globale di sicurezza web Cloudflare nel tentativo di reprimere gli operatori online senza licenza. L’alleanza strategica segna un passo significativo negli sforzi continui del regolatore per sradicare e penalizzare le entità di gioco d’azzardo offshore che prendono di mira i consumatori nei Paesi Bassi.

All’inizio di quest’anno, Cloudflare si è trovata sotto esame da parte del KSA, che ha emesso due istruzioni vincolanti contro la società sospettata di  avoreggiamento dell’attività di gioco d’azzardo illegale. Queste direttive si basavano su indagini sulle operazioni di nederlandscasinos.net e onlinecasinosspelen.com, due siti affiliati implicati nella promozione di operatori di gioco d’azzardo senza licenza.

Poiché il KSA non è stata in grado di identificare i proprietari dietro i marchi affiliati, Cloudflare è stato inizialmente incaricato di interrompere la fornitura di servizi ai siti. Con il progredire delle discussioni, è diventato chiaro che il ruolo di Cloudflare nella catena non ha consentito direttamente la violazione, ma piuttosto l’ha posizionata come una potenziale fonte di informazioni preziose per le attività di applicazione normativa del KSA.

Riconoscendo questa distinzione, il KSA ha ritirato le sue direttive iniziali contro Cloudflare, optando invece per un accordo di collaborazione con lo specialista statunitense in sicurezza web. In base a questo nuovo accordo, Cloudflare assisterà la Gaming Autority dei Paesi Bassi condividendo dati critici sulle entità di hosting collegate ai cosiddetti siti Web di gioco d’azzardo illegali e rafforzando così le capacità di identificare e chiudere operazioni non autorizzate.

I siti di gioco d’azzardo senza licenza e i loro partner affiliati spesso adottano tattiche sofisticate per rimanere sotto il radar, complicando gli sforzi di applicazione delle norme da parte delle autorità di regolamentazione. Nei Paesi Bassi, la gestione o la promozione di attività di gioco d’azzardo senza licenza viola la legge sul gioco d’azzardo del paese.

Le strategie per combattere questo problema includono l’imposizione di barriere sia ai fornitori di servizi di pagamento che a quelli Internet per interrompere le capacità operative dei siti di gioco d’azzardo offshore. Quest’anno il KSA ha intensificato in modo significativo gli sforzi di controllo contro gli operatori senza licenza, comminando una multa record di 19,7 milioni di euro a Gammix Limited a febbraio.

 

PressGiochi