21 Settembre 2020 - 17:05

Padova. Russo risponde alle accuse di Federcontribuenti

“La Commissione sicurezza non è un organo di gestione, ma squisitamente consultivo. Tutte le riunioni sono pubbliche e i verbali a disposizione di chiunque . Trovo vergognose le dichiarazioni di

27 Gennaio 2015

Print Friendly, PDF & Email

“La Commissione sicurezza non è un organo di gestione, ma squisitamente consultivo. Tutte le riunioni sono pubbliche e i verbali a disposizione di chiunque . Trovo vergognose le dichiarazioni di chi, pur di veder comparire il proprio nome sui giornali, mi accusa di comportamenti scorretti o illegali, coinvolgendo in un gioco patetico addirittura mia madre, che presta servizio come venditrice di cartelle bingo da 12 anni”. Risponde così il consigliere Riccardo Russo in risposta all’inchiesta condotta da Federcontribuenti sulla sicurezza delle sale slot di Padova.

L’associazione presieduta da Marco Paccagnella ha messo in luce come nei giorni scorsi, prima della sospensiva da parte del Tar dell’ordinanza Bitonci, nelle sale slot si giocasse allegramente anche tra le 13 e le 17, orario in teoria vietato dall’ordinanza.

PressGiochi