22 Settembre 2020 - 03:28

Mediglia (MI). Rapinato mentre riscuote l’incassi delle slot

Ammonta a diverse migliaia di euro il bottino racimolato da un duo di criminali che, brandendo una pistola e con il volto coperto da passamontagna, hanno rapinato un tecnico riscossore

26 Gennaio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Ammonta a diverse migliaia di euro il bottino racimolato da un duo di criminali che, brandendo una pistola e con il volto coperto da passamontagna, hanno rapinato un tecnico riscossore degli incassi di slot e videopoker a Mediglia. Era il pomeriggio di venerdì 23 gennaio quando l’uomo era impegnato nel suo abituale giro di riscossione presso bar ed esercizi commerciali del territorio, per conto di una società titolare dei videopoker. Attorno alle 14:00 l’ignaro incaricato è giunto presso un bar di Mediglia e, dopo aver prelevato il denaro contenuto negli apparecchi elettronici, ha fatto ritorno al suo furgone. È stato qui che l’uomo si è visto avvicinare di soppiatto da due ignote figure dal volto coperto che, estratta una pistola, gli hanno intimato di consegnare tutto il denaro prelevato sino a quel momento.

Il blitz si è concluso nel volgere di una manciata di secondi, sotto gli occhi di alcuni passanti. Dopo aver messo le mani sul bottino, gli sconosciuti sono saliti a bordo di un’auto dove li attendeva un complice e sono partiti a tutta velocità. La denuncia dell’accaduto è stata immediatamente presentata ai carabinieri di San Giuliano, che hanno avviato le indagini volte a rintracciare i malviventi, al momento ancora in fuga. I militari sospettano che i rapinatori, prima di agire, abbiano studiato nel dettaglio i movimenti della loro vittima e che l’abbiano persino pedinata.

PressGiochi