23 Giugno 2024 - 03:46

Lotterie in Europa: salvaguardare un patrimonio culturale comune per la società

Le lotterie nazionali sono uniche. Fanno parte di tradizioni forti e di lunga data. Con il primo gioco della lotteria moderno concepito nel 1441 a Bruges (Belgio), le lotterie in

22 Aprile 2024

Print Friendly, PDF & Email

Le lotterie nazionali sono uniche. Fanno parte di tradizioni forti e di lunga data. Con il primo gioco della lotteria moderno concepito nel 1441 a Bruges (Belgio), le lotterie in Europa condividono davvero un patrimonio culturale comune e contribuiscono a decenni di impatto sociale positivo sulla società.

Non c’è dubbio – scrive l’European Lotteries – che questo modello di lotteria abbia resistito alla prova del tempo, fornendo finanziamenti cruciali per le esigenze della società in tutta Europa.

Ma, nel contesto moderno di un panorama digitale in rapida evoluzione e dell’emergere di nuovi giochi, l’imperativo di preservare le lotterie e la loro resilienza per la società è più importante che mai.

Il colloquio di questa settimana (18-19 aprile), organizzato dalla Lotteria Nazionale (Belgio) con il sostegno di The European Lotteries (EL) e sotto l’egida della Presidenza belga del Consiglio dell’UE, è servito da piattaforma significativa per sostenere l’importanza delle lotterie per il patrimonio culturale e sottolinea la necessità di tutelarle come parte integrante del tessuto sociale europeo.

Il Colloquio ha dato il benvenuto a Sua Altezza Reale la Principessa Chiara del Belgio, anche lei nel suo ruolo di Vicepresidente Onorario della Fondazione Regina Paola del Belgio.

Voci di spicco nel settore, tra cui Jeroen Puttervils, professore associato di ricerca, Università di Anversa e Malcolm Fleming, presidente dell’Associazione delle lotterie di beneficenza in Europa, hanno fornito approfondimenti sulla nascita moderna delle lotterie e sul panorama sociale in Europa.

Il relatore principale Koen Lenaerts, presidente della Corte di giustizia dell’UE, ha offerto interpretazioni giuridiche sul riconoscimento da parte della corte delle sfumature culturali, religiose e morali che modellano l’organizzazione della lotteria negli Stati membri dell’UE. Il programma presentava anche casi di studio stimolanti dei membri EL (ONCE, Veikkaus e Santa Casa) sui loro preziosi contributi alla società, nonché resoconti di prima mano dei beneficiari di iniziative culturali finanziate dalla lotteria (tra cui la Queen Paola Foundation, Nederlands Olympisch Comité / Nederlandse Sport Federatie e la ONG sportiva europea ENGSO). “Lo scopo fondamentale dell’UE è migliorare la vita dei cittadini europei. Le lotterie nazionali, che collegano milioni di persone in tutta Europa e raccolgono 22 miliardi di euro di fondi per il bene pubblico nel 2022, stanno contribuendo a fare proprio questo”, afferma Romana Girandon, presidente di EL. “Ecco perché sono orgoglioso di parlare qui al Colloquio, riconoscendo l’importanza del ruolo sociale delle lotterie in Europa”.

PressGiochi

Fonte immagine: https://depositphotos.com

×