21 Maggio 2024 - 15:15

Il web delle scommesse sempre più affollato. E Sportbet a Enada propone le sue formule

Erano nati come pvr e poi, dopo avere iniziato l’attività on line come skin (ovvero, con un sito di scommesse che utilizza la piattaforma di un concessionario), hanno ottenuto la

20 Marzo 2023

Print Friendly, PDF & Email

Erano nati come pvr e poi, dopo avere iniziato l’attività on line come skin (ovvero, con un sito di scommesse che utilizza la piattaforma di un concessionario), hanno ottenuto la propria concessione di bookmaker on line. Quest’anno, Sportbet era presente per la prima volta a Enada con uno stand dal quale è stata fatta anche una diretta Twitch, una piattaforma di streaming molto seguita dal target giovanile.
Il ceo del nuovo operatore on line, Giuseppe Palumbo, che è anche uno dei fondatori, ha risposto alle domande di PressGiochi.

Un vanto di Sportbet è di essere stata la prima skin italiana ad avere ottenuto una concessione. Un passaggio non semplice, se pensiamo che siete nati addirittura con un pvr anche se siete passati presto all’online.
Esatto con tanto lavoro, tanta dedizione e soprattutto amore per questo lavoro. Il raggiungimento della concessione è stato per noi un traguardo importantissimo che ci ha ripagato del lavoro di tanti anni fatto sempre con la massima serietà e soprattutto con la massima trasparenza. Abbiamo sempre avuto rispetto per i nostri collaboratori e i nostri pvr.

Ancora oggi però i pvr sono la spina dorsale della vostra attività.
È chiaro che anche da parte nostra c’è un’attenzione particolare a quello che è il mondo dell’utente finale. Perché il mercato poi è fatto di utenti. Che si registrino attraverso un pvr o direttamente, comunque la nostra offerta è rivolta principalmente all’utente finale.

Oggi all’Enada che, nonostante tutte le difficoltà, è ancora oggi il punto di incontro del settore, di tutti gli addetti ai lavori. C’è un grande interesse per l’online a discapito delle agenzie fisiche. Ma c’è anche tanta concorrenza.
Sì. Questo è un mercato che è cambiato moltissimo in pochissimo tempo. Cioè i tempi su questo mercato sono diversi da qualsiasi altro lavoro. Tutto cambia costantemente e bisogna stare al passo con i tempi e noi ci adeguiamo e facciamo il massimo che possiamo.

Come si fa a fare ad essere competitivi con società che hanno esperienza, per esempio. in diversi Paesi del mondo? Con società che hanno esperienza di online, con tecnologie sempre innovative da tanti anni?
Semplicemente io dico sempre una cosa. Noi lavoriamo su un prodotto. Il nostro prodotto di che cosa è fatto? È fatto soprattutto di partite di calcio, per quel che riguarda il segmento dello sport. Ora, Inter – Milan è lo stesso prodotto che può avere qualunque altro bookmaker. È lo stesso prodotto che abbiamo noi.

E quindi dove diventate più bravi?
Allora cerchiamo di mettere il nostro impegno per quanto riguarda l’assistenza. i pagamenti in tempo reale, che è una caratteristica della nostra concessione da sempre. E poi puntiamo su una politica molto aggressiva sulle quote. Per rendere la nostra offerta ancora più accattivante agli occhi dell’utente finale.

È andata bene Enada?
È andata abbastanza bene. Siamo molto soddisfatti. Abbiamo avuto degli ottimi riscontri.

PressGiochi