24 Maggio 2024 - 02:51

Giovanni Emilio Maggi (Sisal): “Lavorare con la tecnologia per prevenire il problema del gioco patologico”

“L’Italia una ventina di anni fa si è data un sistema normativo ritenuto all’avanguardia in Europa. Poi c’è stata una sorta di rallentamento. Uno dei temi fondamentali è quello della

18 Aprile 2024

Print Friendly, PDF & Email

“L’Italia una ventina di anni fa si è data un sistema normativo ritenuto all’avanguardia in Europa. Poi c’è stata una sorta di rallentamento. Uno dei temi fondamentali è quello della tutela dei giocatori, non solo per intercettare chi ha problemi ma soprattutto per cercare di prevenire il problema, cosa che sta cercando di fare il Legislatore con la delega. Dobbiamo usare tutta la tecnologia disponibile per anticipare il problema del gioco eccessivo. In Sisal ogni professionalità è incentivata ad avere obiettivi di tutela del consumatore, che sono sia a livello di azienda che di gruppo. In Sisal abbiamo creato strutture di lavoro trasversali per affrontare il tema e sfruttare gli strumenti tecnologici per capire come supportare e sviluppare attività predittive di eventuali rischi e problemi di gioco.

Spesso ci poniamo la questione se questo tema si scontri con quelle che sono le attività di business, ma abbiamo scelto di avere una base clienti sana. Abbiamo scelto di operare in un settore nel quale si è riconosciuti come un leader piuttosto che rincorrere il business fine a sé stesso.

Per l’online sicuramente 7 milioni per il costo delle licenze sono molti ma è un costo che va visto in prospettiva. Dobbiamo considerare che il mercato è cresciuto tantissimo e dobbiamo considerare che le licenze saranno in vigore fino al 2034.

Sul tema invece dei rischi che il consumatore vada sull’offerta estera illegale, e per fare in modo che il consumatore resti sulla rete legale dobbiamo far si che le regole italiane siano conformi a quelle che il giocatore può trovare nel contesto europee”.

“La normativa italiana deve reagire sul tema della tutela dei consumatori e non solo parlare di gioco responsabile. Bisogna cercare di intercettare coloro che hanno avuto problemi sul gioco e soprattutto bisogna cercare di prevenire, cosa che mi sembra il legislatore italiano stia impostando con legge delega. Anticipare significa avere strumenti di ricerca e analisi e tutto ciò che la tecnologia ci può offrire per anticipare il problema e capire quando un giocatore sta perdendo il controllo”.

Lo ha dichiarato Giovanni Emilio Maggi direttore relazioni istituzionali di Sisal intervenendo al panel IGE sul futuro sostenibile del gioco.

PressGiochi