14 Giugno 2024 - 21:19

Giochi e Fisco: nel primo trimestre il Tesoro perde dalle slot 254 milioni di euro

Nel periodo gennaio-marzo 2024, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 124.820 milioni di euro, con un aumento di 11.651 milioni di euro

07 Maggio 2024

Print Friendly, PDF & Email

Nel periodo gennaio-marzo 2024, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 124.820 milioni di euro, con un aumento di 11.651 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+10,3%).

Le imposte dirette si attestano a 73.118 milioni di euro (+10.157 milioni di euro, pari a +16,1%) e le imposte indirette risultano pari a 51.702 milioni di euro (+1.494 milioni di euro, pari a +3,0%).

Le entrate totali relative ai giochi (che includono varie imposte classificate come entrate erariali sia dirette che indirette) sono risultate pari a 1.743 milioni di euro (-328 milioni di euro, pari a –15,8%); considerando solo le imposte indirette, il gettito delle attività da gioco (lotterie e delle altre attività di gioco) è di 1.546 milioni di euro (-311 milioni di euro, pari a –16,7%).

Gennaio – marzo 2024: Le entrate degli apparecchi da gioco tra gennaio e marzo ammontano a 1.283 mln di euro (-16,5%) rispetto a gennaio-marzo 2023 per 254 milioni di minori entrate. I proventi, sempre analizzando i flussi per competenza, derivanti dalle attività di gioco sono pari a 91 mln (-48,9%).

Il solo mese di marzo: Analizzando per competenza, i soli dati del mese di marzo 2024, possiamo vedere che le entrate degli apparecchi da gioco sono pari a 305 mln con il -37,6% in meno rispetto a marzo 2023 quando il Tesoro incassava 489 mln. I proventi derivanti dalle attività di gioco sono pari a 23 mln.

 

PressGiochi