27 Settembre 2020 - 22:32

Genova. Indagate cento persone per truffa ai tornei virtuali del casinò di Sanremo

La polizia postale, dopo un anno di indagini, ha scoperto un’organizzazione criminale che praticava phishing con lucrosi guadagni a danno di molte poker room virtuali tra cui anche quelle legate

12 Febbraio 2015

Print Friendly, PDF & Email

La polizia postale, dopo un anno di indagini, ha scoperto un’organizzazione criminale che praticava phishing con lucrosi guadagni a danno di molte poker room virtuali tra cui anche quelle legate al Casinò di Sanremo.

Gli indagati tra Genova e Imperia sono ben 100 persone che hanno raggirato online circa due milioni di euro a internauti ignari convincendoli a fornire informazioni personali sensibili per poi ripulirgli il conto. Gli investigatori, coordinati dal procuratore aggiunto Vincenzo Scolastico e dal sostituto procuratore Piercarlo Di Gennaro, hanno individuato anche “teste di legno” che, in cambio di una retribuzione minima, si fingevano giocatori e facilitavano le operazioni truffaldine iscrivendosi ai tornei per poi girare le vincite ai vertici.

Le accuse mosse dalla Procura della Repubblica sono di riciclaggio, frode informatica e accesso abusivo ai sistemi informatici. Oltre a rubare soldi dai conti e giocarseli a Texas Hold’em in decine di sale sparse in Liguria, la banda ripuliva ingenti quantità di denaro perdendo le partite.

PressGiochi