21 settembre 2019
ore 01:06
Home Associazioni FLP Finanze scrive ad ADM: “Affrontare in sede negoziale la questione sulla riorganizzazione delle commissioni giochi”

FLP Finanze scrive ad ADM: “Affrontare in sede negoziale la questione sulla riorganizzazione delle commissioni giochi”

SHARE
FLP Finanze scrive ad ADM: “Affrontare in sede negoziale la questione sulla riorganizzazione delle commissioni giochi”

Il Coordinamento Nazionale FLP Finanze nella persona del Coordinatore Nazionale Roberto Cefalo ha richiesto all’Agenzia Dogane e Monopoli un incontro urgente. “Con nota del 31 dicembre 2014 codesta Direzione centrale ha informato le OO.SS. della chiusura dei lavori del gruppo istituito dall’Agenzia per la rivisitazione delle modalità di partecipazione del personale alle commissioni di controllo sui giochi comunicando che per il personale non dirigenziale “la partecipazione al di fuori dell’orario di servizio sarà garantita facendo ricorso agli istituti del lavoro straordinario e della missione in deroga”.

E che “a livello di contrattazione integrativa potrà essere previsto uno specifico compenso indennitario”.

E’ indubbio che tale materia, da tempo oggetto di specifico confronto sindacale prima con l’AAMS e poi con i vertici dell’Agenzia per aggiornarne le modalità di svolgimento, rivesta particolare importanza sia per la particolarità delle funzioni svolte che per le modalità di effettuazione delle prestazioni.

Per questo si era convenuto di affrontarne i risvolti in sede negoziale sia per quanto concerne gli istituti dell’orario di lavoro, che per le modalità di retribuzione del disagio e della professionalità occorrente.

Considerato che nella nota si fanno decorrere gli effetti delle disposizioni dal 1 gennaio 2015, rimandando i dettagli operativi ad una circolare di imminente emanazione, si chiede un urgente incontro per esaminare congiuntamente le questioni con riferimento a tutti gli istituti precipuamente contrattuali ed alle fonti di finanziamento del Fondo sicuramente rinvenienti dalla nuova organizzazione dei servizi, soprassedendo altresì da regolamentazioni unilaterali.

Si coglie l’occasione, inoltre, per chiedere spiegazioni su quanto segnalato dal personale in merito all’avvenuta riduzione, a partire dal 2015, nel sistema self service di gestione delle assenze-presenze, del numero di giorni di ferie spettanti invece al personale ex AAMS (32) per effetto del principio del mantenimento del trattamento giuridico dell’amministrazione di provenienza”.

PressGiochi

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN