29 Settembre 2020 - 08:21

Delega fiscale: portabilità e recesso gratuiti (ed effettuabili autonomamente via telematica). Ma solo per la telefonia

Il N.O.E. si conferma in assoluto l’unico “allacciamento” al mondo non soggetto a portabilità, non soggetto a possibilità di recesso gratuito, sottoponibile a tempi minimi di “stazionamento” presso le Concessionarie

18 Febbraio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Il N.O.E. si conferma in assoluto l’unico “allacciamento” al mondo non soggetto a portabilità, non soggetto a possibilità di recesso gratuito, sottoponibile a tempi minimi di “stazionamento” presso le Concessionarie di reti richiedenti l’autorizzazione (per congegni di altrui proprietà).

La singolare realtà del gioco lecito, che ancora necessita del costante richiamo al rispetto dei principi della libera concorrenza per “rammentarsi” dell’epoca liberale in cui si vive, è oggi confermata dall’ennesima “impennata” di tutele che il Governo intende attuare per garantire l’effettività della libertà dell’utente a cambiare fornitore di telefonia quando e come vuole e a costi zero.

Secondo quando documentato da Repubblica.it, infatti, le originarie disposizioni del c.d. decreto Bersani sulle liberalizzazioni, starebbero per essere totalmente riviste in un’ottica di radicale applicazione dei principi del recesso libero, della portabilità dell’utenza senza condizioni e costi, nonché dell’illegittimità di offerte commerciali presupponenti il stazionamento “minimo” dell’utente presso il fornitore per oltre 12 mesi.

L’accostamento col mondo del gioco lecito deriva dal carattere concessorio a mezzo del quale un operatore di telefonia diventa e opera in tale veste, nonché dalla natura “privata” che accomuna “l’utenza” e la proprietà di un congegno allacciato alla rete telematica di un Concessionario.

Il percorso di “civiltà giuridica” instaurato da AS.TRO per introdurre anche nel mondo del gioco lecito il “PRINCIPIO” (QUANTOMENO) della portabilità dei N.O.E. disciplinata e normata nei suoi profili di necessaria tutela dell’utente del servizio di connessione telematica, riceve quindi un importante e ulteriore avvallo “in diritto”.

Stante la centralità del profilo della “manutenzione giuridica costante ”, a cui il sistema del gioco lecito deve potersi ispirare per ambire alla piena aderenza ai principi liberali (“ineludibilmente” connessi all’esistenza della UE), si conferma che anche la “portabilità” dei N.O.E. sarà oggetto di nuove iniziative AS.TRO di confronto e sensibilizzazione istituzionale.

Sul sito AS.TRO, poi, sarà dedicata un’area informativa in cui “gli utenti” (ovvero i gestori) potranno appurare l’andamento delle tempistiche per l’espletamento delle pratiche di trasferimento massivo (e non) dei N.O.E. , Concessionario per Concessionario.

Come per le compagnie telefoniche, infatti, è molto utile (per tutti) rendere evidente quale operatore si “porti avanti” nel processi di affermazione del liberismo e quali, invece, ritengono di arroccarsi nello sfruttamento dell’incompletezza normativa, generando vacue marginalità con la burocrazia, piuttosto che con l’evoluzione del proprio servizio.