30 Maggio 2024 - 09:21

Delega fiscale. Iaccarino (Astro): “Nella riforma del gioco, fare attenzione alla tutela della rete terrestre”

“Ci sono alcuni punti della delega fiscale fortemente apprezzati, come la conferma del sistema concessorio a garanzia della regolarità del settore del gioco pubblico o, sul tema fiscale, quello di

09 Maggio 2023

Print Friendly, PDF & Email

“Ci sono alcuni punti della delega fiscale fortemente apprezzati, come la conferma del sistema concessorio a garanzia della regolarità del settore del gioco pubblico o, sul tema fiscale, quello di mettere al centro come base imponibile il margine anche per quei settori che ora non ne usufruiscono. Inoltre fondamentale l’affermazione della necessità assoluta di una regolamentazione uniforme su tutto il territorio nazionale.

Il settore del gioco pubblico – ha affermato Armando Iaccarino di ASTRO durante l’audizione alla Commissione finanze della Camera – è un settore industriale non ha vissuto negli ultimi anni questa instabilità a causa delle norme disomogenee sul territorio ma anche della mancata sostenibilità economica di alcuni regimi fiscali di alcuni settori rispetto ad altri. Serve un regime fiscale sostenibile alla luce dei principali parametri dell’attività economica: va fatta attenzione rispetto ai vari segmenti del gioco.

Il secondo aspetto è la necessità di avere chiarezza rispetto al canale distributivo retail, sale dedicate ed esercizi generalisti, un canale distributivo che ha visto una forte razionalizzazione nel 2018: erano 100mila, alla fine del 2021 eravamo già a 60mila, con relativa riduzione della raccolta. Dal punto di vista erariale il canale fisico porta circa all’erario l’85% dei proventi del settore, mentre il 15-18% arriva dall’online, questo per dire che ci sono varie ragioni per fare attenzione al canale fisico dell’offerta di gioco.

Il canale fisico è uno dei canali maggiormente soggetti a controllo e regolazione del sistema nazionale. Non ha equivalenze rispetto ad altri settori sensibili.

Due elementi indispensabili nei decreti attuativi saranno il registro unico degli operatori di gioco e il registro di autoesclusione da parte dei giocatori a rischio, due strumenti di regolarità del momento del gioco e che dovranno avere la vostra attenzione nei decreti”.

Pressgiochi