23 Settembre 2020 - 18:03

Casale Monferrato. L’ex sindaco Demezzi propone ordinanza su orari slot

L’ex sindaco di Casale Monferrato, sempre molto attento alla lotta al fenomeno delle ludopatie ha chiesto massima attenzione sul tema: “le recenti sentenze del Tar del Piemonte che hanno legittimato le

13 Febbraio 2015

Print Friendly, PDF & Email

L’ex sindaco di Casale Monferrato, sempre molto attento alla lotta al fenomeno delle ludopatie ha chiesto massima attenzione sul tema: “le recenti sentenze del Tar del Piemonte che hanno legittimato le ordinanze sugli orari delle slot machines nei comuni di Rivoli e Chivasso, devono stimolare anche il nostro Comune a seguire lo stesso percorso. La sollecitazione è di Giorgio Demezzi, che ha portato Casale Monferrato ad essere uno dei primi Comuni ad aderire al “Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo” e che si è impegnato per la raccolta firme per la proposta di legge contro il gioco d’azzardo.

Proprio in questi giorni il Tar Piemonte, come aveva già sentenziato in precedenza per il Comune di Rivoli, afferma che “la liberalizzazione delle attività commerciali e la libertà d’impresa non sono illimitate, ma possono essere conformate per tutelare valori costituzionali fondamentali quali la dignità e la salute della persona umana”. Con questa motivazione il TAR ha dunque respinto la domanda di sospensiva presentata dal titolare di una sala slot contro il regolamento  del Comune di Chivasso, in provincia di Torino, con il quale sono disciplinati gli orari di funzionamento degli apparecchi, disponendo lo spegnimento dalle 23 alle 10.

Le ordinanze dei due Sindaci prevedono anche che le nuove macchine siano posizionate ad almeno 400 metri da luoghi sensibili (scuole e ospedali).

Le recenti sentenze dimostrano che ora i Comuni hanno margini per intervenire per contrastare il dilagare del gioco d’azzardo e le conseguenti ludopatie.

Demezzi, fin dall’inizio in prima fila in questa battaglia, ha chiesto dunque al sindaco Palazzetti di emanare, senza indugi, un’ordinanza che limiti gli orari di apertura delle sale da gioco e preannuncia un ordine del giorno per chiedere all’Amministrazione comunale di intervenire al più presto anche sul regolamento sale e giochi.

PressGiochi