25 Settembre 2020 - 19:28

Carpi: rafforzata l’azione delle Forze dell’ordine contro il gioco tra i minori

Sarà l’ufficio Attività Economiche la struttura incaricata di realizzare gli obiettivi stabiliti dal Piano integrato per il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco patologico 2014-2016, approvato dalla Regione. Il Comune di Carpi

16 Febbraio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Sarà l’ufficio Attività Economiche la struttura incaricata di realizzare gli obiettivi stabiliti dal Piano integrato per il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco patologico 2014-2016, approvato dalla Regione. Il Comune di Carpi (Mo) si pone l’obiettivo di arginare la dipendenza da gioco d’azzardo e sta adottando misure concrete per tradurre in realtà questo intento. L’impegno dell’amministrazione è quello di mettere in campo misure efficaci per la prevenzione alla ludopatia e agli effetti patologici dovuti all’abuso compulsivo delle slot- machine. Tale provvedimento arriva dopo l’approvazione all’unanimità di un ordine del giorno presentato dal M5S volto al contrasto dell’uso compulsivo delle slot- machine.

In particolare, nel dispositivo finale dell’ordine del giorno, si chiede: un’azione coordinata delle Forze dell’Ordine (carabinieri, polizia di Stato, guardia di finanza, polizia locale) per un controllo della regolarità normativa delle sale slot e degli apparecchi installati, in particolare per quanto riguarda il rispetto del divieto di ingresso per i minori di 18 anni e degli obblighi di formazione del personale, oltre che della documentazione da esporre nelle sale. Ancora, si richiede il sostegno a iniziative di sensibilizzazione e formazione sull’uso delle slot-machine e l’accesso al gioco d’azzardo su internet, con il coinvolgimento diretto delle scuole superiori e delle associazioni che già a Carpi sono impegnate sul tema. Si domanda poi l’impegno dell’Amministrazione ad adottare i provvedimenti amministrativi più idonei (ad esempio regolamento o ordinanza) per regolamentare tali attività, ad esempio per quanto riguarda le nuove aperture il rispetto di opportune distanze dai luoghi sensibili (scuole, palestre e parrocchie, ospedali…). «L’approvazione di questo ordine del giorno rappresenta un passo importante per mettere in campo, da parte dell’ente comunale, tutte le possibili azioni di contrasto all’abuso compulsivo delle slot-machine – ha commentato il capogruppo Pd Paolo Gelli – Un fenomeno drammatico, e ahimè in aumento».

PressGiochi