21 Settembre 2020 - 15:15

Borgomeo (Aiart): “Bene inserimento nel Milleproroghe divieto pubblicità giochi”

“Il fatto che nel Milleproroghe si introduca un divieto di pubblicità in TV per i giochi d’azzardo tra le 16 e le 19 è positivo, ma se vogliamo essere davvero

16 Febbraio 2015

Print Friendly, PDF & Email

“Il fatto che nel Milleproroghe si introduca un divieto di pubblicità in TV per i giochi d’azzardo tra le 16 e le 19 è positivo, ma se vogliamo essere davvero efficaci bisogna incidere sul prime time. Lì sono i veri interessi, e soprattutto è in quella fascia oraria che i minori rischiano di subire i danni maggiori dalla pubblicità televisiva”. Lo afferma Luca Borgomeo, presidente dell’associazione di telespettatori cattolici Aiart.
“Bisogna essere rigorosissimi nell’arginare i danni prodotti dalla pubblicità in TV. Se il gioco d’azzardo in Italia è in aumento è anche per colpa di spot martellanti a qualsiasi ora del giorno – continua Borgomeo – La pubblicità del fumo è stata abolita, perché no quella del gioco d’azzardo che provoca patologia devastanti?”

PressGiochi