29 Settembre 2020 - 06:31

Bando Monti: la Cassazione non applica la sentenza della Corte di Giustizia Europea

La Corte di Cassazione, III Sezione Penale, non ha applicato la sentenza “Stanley” della Corte di Giustizia dello scorso 22 gennaio, ma ha disposto il rinvio del procedimento a nuovo

29 Gennaio 2015

Print Friendly, PDF & Email

La Corte di Cassazione, III Sezione Penale, non ha applicato la sentenza “Stanley” della Corte di Giustizia dello scorso 22 gennaio, ma ha disposto il rinvio del procedimento a nuovo ruolo per attendere la decisione dei giudici europei sulla propria domanda di questione pregiudiziale comunitaria.

I giudici europei, si legge in una nota, avevano fondato la decisione sul presupposto che l’allineamento temporale delle scadenze delle concessioni italiane puo’ essere considerato funzionale solo a un obiettivo di riduzione in futuro del numero totale delle concessioni oppure all’esigenza di esercitare controlli di ordine pubblico piu’ rigorosi nel settore delle scommesse.

Entrambi gli obiettivi, secondo l’avvocato difensore di Stanley, non sarebbero pero’ perseguiti dal legislatore italiano che, invece, con la legge di Stabilita’ avrebbe incentivato il gioco (con l’introduzione di 7.000 nuovi gestori) in assenza di preventivo controllo di ordine pubblico.

PressGiochi