16 Giugno 2024 - 04:30

Amusement. I dubbi dell’ultim’ora sulle Comma 7 da certificare

A pochi giorni dalla scadenza, ci sono ancora dubbi da sciogliere per i gestori di bar, stabilimenti e le varie attività che ospitano le cosiddette Comma 7. Entro il 28

23 Febbraio 2022

Print Friendly, PDF & Email

A pochi giorni dalla scadenza, ci sono ancora dubbi da sciogliere per i gestori di bar, stabilimenti e le varie attività che ospitano le cosiddette Comma 7. Entro il 28 febbraio, lunedì prossimo, tutti gli apparecchi da gioco come flipper e calciobalilla, definiti “apparecchi meccanici ed elettromeccanici”, oltre a quelli che erano stati esentati dal decreto del 2003, dovranno essere denunciati all’Agenzia Dogane e Monopoli. Nel 2012, infatti, sono state apportate delle modifiche al Tulps (Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza) che così comprende anche tutte queste macchine da gioco che non danno vincita in denaro.

Apparentemente, quello del 28 febbraio è un adempimento semplice. Sul sito di Adm, si deve compilare un questionario, che vale come autocertificazione, indicando le caratteristiche degli apparecchi che sono in funzione nel proprio locale e spuntando le caselle corrispondenti.

Quali sono i dubbi che stanno agitando anche le associazioni di categoria?

PressGiochi lo ha chiesto a Francesco Badolato, avvocato specializzato e consulente di Sapar.

Avvocato, cominciamo con il capire se sono tutti informati o non ci sia il rischio che per semplice disinformazione qualcuno si faccia trovare inadempiente.

“Spero che questo rischio sia ormai sparito. A parte il lavoro che abbiamo fatto come Sapar, ma che hanno fatto anche altre associazioni, di solito sono i noleggiatori a farsi carico di questo adempimento perché in genere sono i proprietari degli apparecchi. In ogni caso, riceviamo ancora molte domande e richieste di chiarimenti”.

Una gliela facciamo noi: bisogna autocertificare tutti gli apparecchi che si posseggono nell’attività o ci sono delle eccezioni?

“Più che un’eccezione, una distinzione: l’autocertificazione che si fa compilando i moduli sul sito Adm riguarda le macchine che esistevano già prima di giugno 2021. Quelle che sono entrate in funzione successivamente andranno omologate da Adm ma non con autocertificazione”.

Per il resto, tutti devono compilare quest’autocertificazione? Anche gli ambulanti?

“I locali fisici sì, quelli classificati come “attività di spettacolo viaggiante”, hanno una proroga fino al 30 giugno. Questo periodo dovrà servire per emanare un provvedimento attuativo che specifichi le modalità di omologa. Infatti, verranno incluse tra le comma 7 anche i “kiddie rides”, comunemente chiamati “dondolanti”.

Ma nei luna park (è di quello che parliamo se diciamo “spettacoli viaggianti”, no?) le macchine da gioco più diffuse sono quelle che danno dei premi con la mano meccanica.

“Sì, le cosiddette “gru”, ma anche le “ruspe”, quelle che spingevano le monete con movimenti lenti fino a quando non le facevano cadere nel bocchettone esterno: quella era la vincita. Per quest’ultima macchina, è stata attuata una modifica sostanziale: il giocatore inserisce le monete ma non finiscono direttamente sotto il vetro, dove la cosiddetta ruspa va avanti e indietro. Lì ci finiscono dei gettoni e il giocatore potrà ricevere solo un ticket cartaceo come prova della vincita. Perché altrimenti il premio sarebbe in denaro e rientrerebbe in una normativa diversa. Il ticket, invece, dà diritto a degli oggetti, ma non soldi”.

In ogni caso, gru e ruspe sono molto presenti nei luna park ma anche nelle sale giochi, nei bar e nei luoghi di ritrovo.

“Per questi luoghi, vale l’obbligo di autocertificazione entro il prossimo 28 febbraio anche su queste macchine”.

Per ultimo, cosa bisogna fare per le famose “ticket redemption”? Questi giochi che danno un biglietto al giocatore che vince una partita, sono considerati comma 7 e quindi vanno autocertificati in questi giorni?

“Sì ma poi bisognerà anche fare l’omologa vera e propria con Adm entro quest’anno”.

PressGiochi

Amusement. La nuova normativa sui comma 7: tutti gli adempimenti necessari