18 Giugno 2024 - 01:36

America Latina, un mercato del gioco dal valore di 30 mld entro il 2028

Con una popolazione di circa 650 milioni di persone e un mercato totale del gioco d’azzardo che si prevede raggiungerà i 30 miliardi di dollari all’anno entro il 2028, tutti

03 Maggio 2024

Print Friendly, PDF & Email

Con una popolazione di circa 650 milioni di persone e un mercato totale del gioco d’azzardo che si prevede raggiungerà i 30 miliardi di dollari all’anno entro il 2028, tutti gli occhi sono puntati sull’America Latina, che avrà un’espansione eccezionale nei prossimi anni.

E’ quanto si legge sul report IGB sull’America Latina prodotto in collaborazione con Sportingtech e H2 Gambling Capital, il rapporto LatAm Gambling di International Gaming Business esamina le opportunità di crescita del settore nel SudAmerica.

Il paese più in vista è il Brasile, che ha visto concludere nel dicembre scorso il sofferto processo di regolamentazione del gambling cominciato nel 2018. Grandi aspettative si nutrono anche nel Perù, che ha approvato la legge sul gioco d’azzardo nel 2022, ma l’anno dopo ha dovuto modificarla sostanzialmente in quanto troppo limitativa. In Cile, dove c’è un fiorente mercato land based, è tuttora al Senato il disegno di legge che dovrebbe dar vita al settore online.

Il mercato considerato più maturo è quello della Colombia, che ha regolamentato il gioco a terra nel 2001 e quello online nel 2016, ma anche il Messico dispone già di un quadro normativo consolidato ed ha un mercato che sta diventando sempre più importante. Con una popolazione di 33 milioni di abitanti, il Perù sembra destinato a diventare il terzo mercato più grande dell’America Latina e recentemente ha ricevuto 145 richieste di licenza in soli 30 giorni.

L’unico paese che desta delle perplessità in chiave futura è l’Argentina, dove il gioco online  non è regolamentato a livello federale, ma viene disciplinato individualmente dalle 24 province. Di queste, soltanto 15 hanno provveduto in tal senso, comprese la città e la provincia di Buenos Aires, che ospitano quasi 20 milioni dei 46,23 milioni di abitanti del paese e contribuiscono ad oltre il 30% del PIL del paese.

Gli altri paesi del SudAmerica non coperti da questo Report stanno discutendo sulla regolamentazione del gioco o sul cambiamento degli esistenti regimi. Sulla rampa di lancio figurano innanzitutto Uruguay e Paraguay.

PressGiochi