11 Agosto 2020 - 12:21

Scommesse “sospette” sul tennis, la polizia sta indagando in diverse città

Casinò di Venezia. I sindacati dei lavoratori annunciano sciopero per il 26 dicembre e per San Silvestro Ancora una volta è il tennis a destare sospetti di scommesse irregolari. Infatti,

20 Dicembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Casinò di Venezia. I sindacati dei lavoratori annunciano sciopero per il 26 dicembre e per San Silvestro

Ancora una volta è il tennis a destare sospetti di scommesse irregolari. Infatti, la polizia su disposizione della Procura della Repubblica di Palermo, ha dato esecuzione a diversi decreti di perquisizione locale, informatica e di sequestro, con contestuale informazione di garanzia a carico di diversi soggetti, indagati per il reato di frode sportiva relativa ad incontri tennistici disputati in Italia e all’estero.

Le perquisizioni interessano le città di Palermo, Milano, Firenze e Prato, dove gli agenti palermitani stanno operando con i colleghi delle squadre mobili locali. Tra gli indagati figurano alcun giocatori palermitani. Le indagini, condotte dalla Sezione Anticorruzione della Squadra Mobile di Palermo, sono coordinate dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca e dai sostituti procuratori di Palermo Dario Scaletta e Francesca Dessì.

Gli inquirenti sostengono di avere notato flussi di scommesse anomali sull’incontro relativo al torneo di Mohammedia, disputato in ottobre in Marocco. Da qui i sospetti su una serie di tornei che si giocano tra la Polonia e la Russia che di solito non attirano un grande giro di scommesse.

PressGiochi