17 Luglio 2024 - 21:42

Lollobrigida (ADM): “Ottimista su possibile intesa con enti locali, nessun timore sul futuro degli esercizi generalisti”

“Partecipo direttamente al tavolo tecnico e stiamo assistendo ad un cambio di atteggiamento da parte degli enti locali dai quali ci aspettiamo una proposta a breve coincidente con il nostro

09 Luglio 2024

Print Friendly, PDF & Email

“Partecipo direttamente al tavolo tecnico e stiamo assistendo ad un cambio di atteggiamento da parte degli enti locali dai quali ci aspettiamo una proposta a breve coincidente con il nostro punto di vista.

Anche le divisioni relative al Bilancio stanno entrando nel tavolo e non solo la parte sanitaria.

Non mi attendo un passo indietro sostanziale sul dimensionamento della rete, sarebbe una richiesta non trattabile da parte delle regioni.

Come ADM per quanto riguarda le AWP credo non si possa andare oltre i numeri fissati dal legislatore nel 2019. Vorremmo mantenerci su questi numeri.

Non ho timore sul trattamento degli esercizi generalisti, vogliamo avere la rete così com’è oggi.

Se non c’è una revisione della proposta non arriveremo da nessuna parte nemmeno, nemmeno ai bandi. Sulle distanze preferiamo ipotizzare una distanza tra esercizio, come già utilizzata per le tabaccherie.

Ma sono ottimista di poter arrivare alla Conferenza unificata con un nuovo accordo”.

Lo ha dichiarato il direttore uff. Giochi di ADM Mario Lollobrigida partecipando all’evento “Proiettare gli ADI nel futuro: sostenibilità, innovazione e fiscalità ” organizzato dalla Sezione Concessionari ADI di Astro.

“Sul tema della fiscalità e sul passaggio al margine per la tassazione degli apparecchi – ha proseguito il direttore – va detto che come Agenzia abbiamo sempre cercato di vedere il prodotto anche dal punto di vista del marketing. Ci siamo recentemente schierati contro un eventuale ritocco del preu proposto recentemente a favore dell’ippica. Siamo a favore di un aumento del payout. Toccare di nuovo il preu permetterebbe di raggiungere un risultato solo sulla carta visto che poi il giocatore si sposterebbe su altri giochi. Ma una garanzia arriva dalla Delega che prevede il mantenimento dei paramenti per tutta la durata delle concessioni. Su questo sono più fiducioso rispetto al passato, che questo principio verrà rafforzato”.

PressGiochi