19 Settembre 2020 - 10:43

Catanoso (Fi): “La politica va sensibilizzata sulla questione del gioco patologico”

L’on. Basilio Catanoso di Forza Italia, partecipando alla conferenza di presentazione della Campagna Nazionale MIND THE G.A.P. – Attenti al gioco d’azzardo patologico, realizzata da MODAVI ONLUS e IDEAZIONE CIAO,

10 Gennaio 2017

Print Friendly, PDF & Email

L’on. Basilio Catanoso di Forza Italia, partecipando alla conferenza di presentazione della Campagna Nazionale MIND THE G.A.P. – Attenti al gioco d’azzardo patologico, realizzata da MODAVI ONLUS e IDEAZIONE CIAO, che si è tenuta questa mattina alla Camera dei Deputati ha affermato che per risolvere il problema del Gap serve un maggior coinvolgimento della politica e maggior sensibilizzazione verso questo tipo di problema..

“La politica – ha dichiarato l’onorevole – dovrebbe avere maggiore attenzione per il problema del gioco patologico e spero che presso le istituzioni e presso la popolazione aumenti l’interesse per la nostra vita quotidiana e per gli aspetti sociali che ci colpiscono. Speriamo che si sviluppi una maggior sensibilità di fronte a questo tema che porti anche ad investimenti diversi.

I Ministeri interessati dovrebbero occuparsi maggiormente della questione. Al di là del fenomeno gioco in sé, e di coloro che vivono il gioco per professione, è difficile che le problematiche ad esso connesse vengano fuori spontaneamente. Serve maggior sensibilizzazione del tema per fare in modo che la politica se ne occupi maggiormente. Andrebbero aumentati gli investimenti per la tutela dei giovani in particolare. Elaborare un software per la tutela dei soggetti con Gap sarebbe – se istituzionalizzato – uno strumento per sostenere le famiglie in questa battaglia.

Dovremmo affrontare – ha concluso Catanoso – questo problema con la voglia di risolverlo definitivamente affinché lo Stato non sia complice della gestione di questa realtà. E’ utile che la politica si accorga di questa situazione e destini dei fondi per risolvere il Gap”.

 

“Lo Stato – ha dichiarato Lorenzo Basso del Pd – è venuto meno al suo dovere istituzionale di contenere questa nuova droga. Non solo non lo contiene ma lo favorisce e lucra in modo vergognoso sulle vittime che sono le fasce più deboli della popolazione.

La spesa è cresciuta in maniera esponenziale nonostante la crisi. In questi anni l’intergruppo parlamentare contro il gioco d’azzardo ha promosso alcune norme per contenere e rallentare il fenomeno come le norme per limitare la pubblicità, fondo dedicato al Gap, aumento del Preu e il riconoscimento delle normative locali.

Il gioco d’azzardo di massa ha occupato i luoghi della socialità quotidiana, questo ha inciso nella nostra cultura per questo occorre educare partendo dalle scuole e dai giovani in primis”.

PressGiochi

 

LaSala (Min. Salute): “Gli aspetti più preoccupanti dell’azzardo sono il gioco minorile, l’aumento dell’offerta online e la pubblicità aggressiva”